Benedetta Mazza: amo i bar con poltrone, libri e divani FOTO

Modella, attrice e conduttrice, Benedetta Mazza, classe 1989, dopo aver vinto la fascia di Miss Emilia nel 2008 ha debuttato al cinema con una piccola parte in Amore 14. Divenuta popolare nei panni di Professoressa de L’Eredità insieme a Cristina Buccino, Enrica Pintore e Serena Gualinetti, l’anno scorso ha partecipato al reality Pechino Express in coppia con Raffaella Modugno e oggi è fra le protagoniste della settima edizione di Tale e Quale Show, il varietà di punta di Rai1 condotto da Carlo Conti il venerdì in prima serata prodotto in collaborazione con Endemol Shine Italy.

Benedetta Mazza, sei una donna da bar?
Decisamente sì, vivo moltissimo il bar! Complice il mio lavoro, che mi porta spesso in giro, per me il bar è quasi una seconda casa. Non solo è il mio luogo preferito dove incontrare le amiche, ma tra un appuntamento e l’altro mi capita di andarci anche da sola per rispondere alle mail e bere un caffè.

Bevi molti caffè?
Sì, a volte esagero. Per questo, da qualche tempo, mi impongo di ordinare ogni tanto invece dal caffè classico quello all’orzo o al ginseng. E, soprattutto, ho introdotto il rito dell’acqua con limone. Un vero toccasana per il corpo!

Benedetta Mazza (da Instagram)

Che cosa ti fidelizza in un bar?
La location e il servizio: devo sentirmi a casa.

Qualche idea da copiare in tema di bar e ristoranti?
Ho un debole per i locali arredati come fossero case con il pianoforte, la libreria, le poltrone, i divani. Ne ho visti parecchio all’estero, mentre in Italia sono ancora una minoranza.

Benedetta Mazza è una fedele cliente di Al Bacio

I tuoi locali di riferimento?
Uno su tutti, Al Bacio. È una catena che oggi conta quattro ristoranti: a Parma, all’interno dello Shopping Brugnato 5 Terre e del Franciacorta Outlet Village e, da poco, anche a Milano. Tech-friendly, nel locale si può interagire con gli altri avventori grazie a un’App che consente di mandare messaggi ai tavoli vicini, nonché di offrire un calice o una bottiglia a chi si desidera. Il menù è diviso in diverse sezioni, ma tutte le proposte si compongono di un main dish e di due contorni e sono presentate in piatti a forma di bacio. Per esempio, nella sezione menù italiano ci sono le lasagnette verdi al ragù di carni bianche con contorno di cipolline in agrodolce e polpettine di spinaci in granella di pistacchi e salsa al parmigiano e l’arrosto di vitello in salsa al bacio con riso rosso, ceci e zucchine. E non manca una sezione vegana, la VeggieVeg, con piatti come il Riso Venere con mandorle tostate e miele accompagnato da caponatina su sfoglie di carasau e sformatino di broccoli.