attualità

27 Gennaio 2023

Fuori casa: prima colazione in ripresa, ma occorre svecchiare il target

di Jessika Pini


Fuori casa: prima colazione in ripresa, ma occorre svecchiare il target

Il 2022 si è chiuso con un recupero nell’ultima parte dell’anno della prima colazione fuori casa. La riduzione delle ore di smart working e la ripresa degli spostamenti sono i fattori che hanno spinto nuovamente gli habitué del caffè e cornetto al bar a ritornare alle vecchie consuetudini. É quanto emerge dai dati di NPD Group e IRI, presentati al Sigep di Rimini. 

A novembre 2022 in Italia la prima colazione registra un recupero del 38% a valore su base annua, con una performance migliore del mercato OOH (+31%), e un giro d’affari di 8 miliardi di euro. Va detto però che era il momento di consumo rimasto più in sofferenza dopo la fine delle restrizioni pandemiche. La spesa media individuale per l’avvio di giornata ammonta a 2,36 euro (+9,3% su novembre 2021) e le visite a 3,1 miliardi che corrispondono al 34% del traffico del fuori casa.

A differenza di quanto è accaduto in altri momenti di consumo, quali il pranzo e la cena, i consumatori non hanno attivato strategie di risparmio. Il rito della prima colazione al bar è stato mantenuto inalterato e di fatto sono stati accettati e assorbiti gli aumenti dei prezzi. Del resto, essendo costituita nella maggior parte dei casi da due prodotti (caffè e cornetto), o vi si rinunciava o non era possibile apportare particolari tagli. Il bar resta il luogo prediletto con il 77% delle colazioni, ma stanno crescendo anche altre tipologie di pubblici esercizi come gli ice cream shop. 

“A trainare l’incremento delle prime colazioni fuori casa sono gli over 50 che costituiscono il 42% delle visite, in crescita del 41,9% su base annua (nov. 2022 vs nov. 2021), seguiti dai 35-49enni (il 27% di visite) – spiega Matteo Figura, direttore foodservice Italy di The NPD Group –, quindi la sfida con cui i pubblici esercizi devono confrontarsi è quella di attrarre anche in questo momento della giornata un target di consumatori più giovani per rafforzare le presenze. Un’opportunità può essere vista nei canali alternativi al bar, ma in generale il consumatore ha bisogno di essere stimolato a fare la prima colazione fuori casa con esperienze distintive in termini di prodotti e servizi”.   

Tra i prodotti più consumati nel 2022 i croissant farciti e il caffè espresso; in crescita anche i volumi di cappuccino e dei croissant vuoti che includono tutto il mondo dell’integrale e del vegano, forte exploit del caffè d’orzo e di ginseng. In calo i succhi di frutta.

TAG: TENDENZE,PRIMA COLAZIONE,MATTEO FIGURA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

16/04/2024

Oroboro: si chiama così il nuovo progetto di comunicazione varato da Compagnia dei Caraibi che al suo interno annovera il blog di approfondimento Around The Blog, il booklet Tales From The Box e il...

16/04/2024

C'è la commistione tra mixology e arte alla base dell'installazione “Unlocking No. 3 Flavours”, in mostra dal 15 al 28 aprile, in occasione del FuoriSalone, all’Università Statale di...

16/04/2024

E' tempo di rinascita per la grappa. Distillato italiano per eccellenza che, dopo l'approvazione in sede europea di un testo che per la prima volta aveva inserito tutte le produzioni del mondo...

16/04/2024

Si chiama “TerritOri” il nuovo ristorante di Casa Vissani che aprirà ufficialmente le porte il prossimo 18 aprile nella Sala Rock della stessa struttura situata a Baschi (Terni). Proiettato...

 

Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top