bevande

30 Giugno 2022

La Corea del Sud in tavola con lo chef Daniel Canzian

di Domenico Apicella


La Corea del Sud in tavola con lo chef Daniel Canzian

Nello streaming il Made in Korea spopola – e non solo in Italia – ma ora la sfida si sposta in cucina. Che ne direste di pasteggiare con funghi King Oyster, dal contenuto proteico simile a quello della carne, o con il più noto Kimchi, mentre gustate l’ultima puntata della vostra serie tv coreana preferita?

Come al solito, tocca alla ristorazione fare da apripista all’innovazione a tavola e non a caso AT Korea, l’agenzia governativa sudcoreana creata dal Ministero dell’Agricoltura per la promozione dei prodotti agro-alimentari e ittici, ha scelto lo chef Daniel Canzian per ideare nuove ricette. Quello che è considerato l’ultimo allievo del grande Gualtiero Marchesi ha accolto la proposta di coniugare cucina italiana e ingredienti coreani, con risultati in qualche caso sorprendenti.

Come per l’insalata di spaghetti alle carote, sedano e Ssamjiang, una salsa a base di fagioli di soia fermentati e peperoncino. Per il già citato King Oyster, Canzian ha invece optato per il riso in cagnone, tipica ricetta lombarda e piemontese. Questo fungo, chiamato anche Saesongyi Mushroom, rientra peraltro di diritto nella categoria dei supercibi: ha solo il 2,5-4% in meno di proteine rispetto alla carne, che significa un contenuto proteico doppio di quello degli asparagi o del cavolo, quattro volte quello delle arance e dodici volte quello delle mele. È ricco di vitamina C e vitamina B6, che non si trova in altri funghi, utile alla stabilizzazione dei nervi e alla salute della pelle e sarebbe addirittura efficace nel rallentare l’invecchiamento.

Gli alimenti coreani, fin dalla loro tradizione millenaria, forniscono equilibrio nutrizionale, armonia di sapori e colori – afferma HA Jung-a, Direttrice di AT Korea Parigi –. Si tratta per lo più di cibi fermentati che garantiscono anche attraverso metodi di cottura come bollitura, al vapore o alla griglia, proprietà nutrizionali fondamentali per il benessere dell’organismo. Il nostro obiettivo è quello di far conoscere gli ingredienti coreani che possono esaltare la cucina italiana che tra l’altro in Corea è molto amata”.

Un matrimonio celebrato da Canzian, per esempio, insaporendo il maialino croccante con olio di sesamo e Kimchi, che consiste in un contorno fermentato a base di cavolo cinese, condito con aglio, cipollotti e peperoncino macinato. “La ricettazione della cucina italiana si basa al 100% sulla materia prima che va rispettata con ricette semplici – racconta lo chef – perché più è semplice la ricetta più emergerà il prodotto. Io non ho fatto altro che adattare questi meravigliosi prodotti coreani a ricette tipiche locali così da rendere facile ai palati la comprensione dell’alta qualità che questi esprimono”.

TAG: CHEF,DANIEL CANZIAN,K-FOOD,COREA DEL SUD

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

19/04/2024

Si chiama Ditirambo la prima grappa armonizzata al mondo, nata dalla rinnovata collaborazione tra Distillerie Berta e il Maestro Peppe Vessicchio, iniziata nel 2022. Presentata in esclusiva...

19/04/2024

Inizierà il prossimo 6 maggio il primo corso in Cocktail Bar & Bartender Communication organizzato da AIBES (Associazione Italiana Bartender e Sostenitori) in collaborazione con la giornalista e...

19/04/2024

Una partnership tutta toscana quella instaurata tra Sabatini Gin, Martina Bonci e Gucci Giardino 25. Risultato? La drinklist "Sharing Moments", dedicata ai momenti di condivisione che...

19/04/2024

Con una crescita del 20% e un fatturato che ha raggiunto i 10 milioni di euro, Italicus, prodotto da Italspirits, punta a un ulteriore consolidamento nel 2024. Distribuito in oltre 40 Paesi del...

 

Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top