AdAstra Project, presentata la seconda edizione

È stata presentata ieri presso la sede centrale di Campari Group a Sesto San Giovanni la seconda edizione di AdAstra Project – Spazio al tuo futuro, il progetto di formazione-lavoro per giovani in condizioni di fragilità personale ed economica ideato e sostenuto da Fondazione di Comunità Milano insieme a Campari Group, HEINEKEN Italia, Lavazza Group con l’accompagnamento di A&I Società Cooperativa Sociale ONLUS, e il supporto dello Studio Legale Biscozzi Nobili Piazza.

AdAstra Project è rivolto a ragazzi e ragazze tra i 18 e i 27 anni residenti nella città metropolitana di Milano fortemente motivati ad entrare nel mercato del lavoro. Anche per questo il progetto rimanda al motto latino per aspera ad astra (letteralmente, attraverso le asperità sino alle stelle). 

IL NETWORK
A supportare i giovani oltre le difficoltà per imboccare la propria strada nel mondo del lavoro, contribuisce una sinergia profit e non profit che unisce la responsabilità sociale d’impresa con l’innovazione sociale e offre un modello replicabile in altri contesti e settori produttivi.

Campari Group, HEINEKEN Italia e Lavazza Group mettono a disposizione i propri centri di eccellenza, le rispettive Academy, il know-how di professionisti qualificati del settore, affinché i giovani possano acquisire conoscenze specialistiche e capacità professionali necessarie ad intraprendere una carriera nel food & beverage. A&I mette a fattor comune le proprie competenze di ente accreditato in Regione Lombardia per la formazione e i servizi al lavoro. Fondazione di Comunità Milano garantisce le risorse economiche per lo sviluppo del progetto e finanzia il percorso di quattro mesi di tirocini professionali presso primari esercizi del settore, un intervento che premette ai giovani di sperimentare le conoscenze acquisite e di mettersi alla prova nel contesto professionale.

I PARTECIPANTI
Sono diciannove i giovani ammessi alla seconda edizione di AdAstra Project, tutti particolarmente motivati ad intraprendere un percorso lungo 12 mesi, ricco di opportunità e sfide. Il 74% sono maschi, il 26% femmine; la maggioranza dei partecipanti è italiana (74%), oltre un terzo vive in comunità alloggio (37%), più della metà di loro ha interrotto gli studi dopo la licenza media (63%), mentre l’11% non ha un titolo di studio riconosciuto. Circa un terzo dei partecipanti ha dichiarato di non avere precedenti esperienze di lavoro e/o di formazione professionale.

IL PERCORSO FORMATIVO
Conclusa la fase di selezione, si è svolto l’assessment individuale e di gruppo a cura di A&I, che affianca i partecipanti con “case manager” dedicati. In questa fase, alle ragazze e ai ragazzi è stata offerta la possibilità di conoscersi, esprimere attitudini personali, apprendere nozioni base sui contratti e colloqui di lavoro e condividere eventuali abilità professionali pregresse.

Al termine di questo primo modulo, i ragazzi sono stati suddivisi in due gruppi in base alle attitudini emerse:

Corso di formazione di 40 ore bar-caffetteria presso il Training Center di Lavazza Group a Torino.
Ai ragazzi sono state trasmesse le tecniche essenziali per inserirsi nel mondo del lavoro come baristi, approfondendo gli aspetti relativi al caffè e alla sua preparazione, insieme ad un percorso legato al corretto utilizzo delle attrezzature. Si sono susseguiti momenti di teoria ad altri in cui i ragazzi hanno testato in prima persona le varie preparazioni, in affiancamento ai tutor d’aula, imparando tecniche professionali e sviluppando creatività e intraprendenza. Ai ragazzi sono state trasmesse le tecniche essenziali per inserirsi nel mondo del lavoro come baristi, approfondendo gli aspetti relativi al caffè e alla sua preparazione, insieme ad un percorso legato al corretto utilizzo delle attrezzature. Si sono susseguiti momenti di teoria ad altri in cui i ragazzi hanno testato in prima persona le varie preparazioni, in affiancamento ai tutor d’aula, imparando tecniche professionali e sviluppando creatività e intraprendenza.

Corso di formazione di 100 ore bartender e mixology presso la Campari Academy e l’Università della Birra, il centro di eccellenza del Gruppo HEINEKEN Italia.
Il percorso ha inteso sviluppare nei partecipanti capacità tecniche, teoriche e di interazione per entrare in maniera consapevole nel mondo del lavoro come professionisti del mixology. Le lezioni hanno previsto una parte teorica di approfondimento su temi specifici e un’altra pratica nel corso della quale i ragazzi si sono messi alla prova nelle postazioni bar. Durante la formazione all’Università della Birra è stato richiesto ai partecipanti di progettare il loro locale ideale così da immergersi in modo creativo e divertente nel settore, con obiettivi e metodologie ben definite.

Il percorso di AdAstra Project proseguirà con tirocini professionali di quattro mesi presso aziende profit o non profit, le filiere commerciali dei partner (o segnalate dai partner), la rete delle cooperative sociali e con l’accompagnamento e la ricerca attiva del lavoro.

Tutto il percorso vuole porre le basi per lo sviluppo di competenze tecnico professionali e insiste sul potenziamento della persona attraverso tecniche comunicative e relazionali di auto-apprendimento (lavoro in team, attenzione al risultato, efficacia).

“AdAstra Project è un progetto sfidante, innovativo e di grande valore sociale. Dopo il successo della prima edizione, siamo lieti di avere accanto a noi Campari Group, HEINEKEN Italia, Lavazza, grandi realtà imprenditoriali, che condividono l’importanza di offrire ai più giovani un percorso di formazione concreto e mirato all’inserimento nel mondo del lavoro – ha sottolineato Carlo Marchetti, Presidente della Fondazione di Comunità Milano. Ci auguriamo che nuove imprese e privati vogliano unirsi ed espandere questo modello in nuovi settori produttivi. Il nostro Fondo solidale AdAstra mira a raccogliere risorse ed energie di imprese e privati che condividono la necessità di offrire prospettive di qualità a giovani svantaggiati”.

“Da Assessore alla formazione e lavoro non posso che invitare tutte le realtà del nostro territorio a prendere esempio da progetti come Ad Astra, un’iniziativa dal forte impatto, anche simbolico. Formazione e occupazione giovanile sono da sempre argomenti ad alta priorità per Regione Lombardia ed è molto importante, soprattutto in un momento come quello che stiamo vivendo, che istituzioni, enti e aziende facciano squadra. Sono ammirata per il sapiente lavoro messo in campo, che ha visto protagoniste realtà sia profit che non profit e che ha puntato sulla formazione di qualità come strada maestra per raggiungere l’obiettivo del lavoro. Formazione e lavoro sono un binomio inscindibile e sempre meno separato” commenta l’Assessora alla Formazione e al Lavoro di Regione Lombardia Melania De Nichilo Rizzoli.

“Questo progetto – dichiara l’Assessora allo Sviluppo economico e Politiche del Lavoro del Comune di Milano Alessia Cappelloè capace di coniugare la formazione e il lavoro da una parte, con l’inclusione e la solidarietà dall’altra. E credo che in questo colga pienamente lo spirito di Milano, una città che vuole crescere e migliorarsi ma senza lasciare indietro nessuno e aprendo le porte a tutti. È un progetto che fa davvero rete, che mette insieme le forze di imprese e realtà non profit per sostenere i giovani fragili, quelli che più facilmente rischierebbero di restare esclusi dal mondo del lavoro e della formazione. Mi auguro davvero che lo spirito di questa iniziativa si diffonda tra molte altre aziende e che siano sempre più numerose le azioni di responsabilità sociale messe in campo dal mondo del privato, con il sostegno degli enti pubblici e del Terzo Settore”.

Aldo Davoli, Global Public Affairs & Sustainability Sr Director, commenta: “Campari Group sostiene da sempre l’educazione e la cultura, unite a una formazione professionale d’eccellenza: per questo, siamo felici di partecipare nuovamente alla seconda edizione di AdAstra, progetto che sin da subito abbiamo sostenuto attraverso la nostra Campari Academy. Un percorso di apprendimento professionalizzante pensato per un gruppo di giovani desiderosi di fare il loro ingresso nel mondo del lavoro. Grazie alla collaborazione con alcuni partner di eccellenza, AdAstra si conferma un’esperienza di successo che vede il settore delle imprese private cooperare con il mondo del no-profit in una partnership virtuosa che genera un impatto positivo sulla società”.

“Condivisione e innovazione sono gli elementi fondativi dell’Università della Birra, nata per generare cultura, valore e opportunità di business per tutta la filiera. E siamo entusiasti e orgogliosi di aver condiviso il nostro know-how con i giovani di AdAstra Project, fornendo loro solide basi, teoriche e soprattutto pratiche. Da sempre sosteniamo che sono le persone a fare la differenza e che la formazione è l’ingrediente premium, una leva indispensabile per condurre con successo l’attività, che va ben oltre la conoscenza del prodotto, estendendosi a tutte quelle competenze manageriali, commerciali e digitali che compongono l’arte del “saper fare”. Ringraziamo tutti i partner di AdAstra Project con cui abbiamo lavorato nelle ultime settimane per contribuire in modo concreto alla costruzione del futuro professionale di questi giovani, che ci auguriamo possano crescere nel nostro settore e nella nostra comunità ed essere un esempio di come cultura, preparazione, impegno possano essere efficaci strumenti di riscatto e successo, professionale e personale” commenta Massimo Furlan, Direttore di Università della Birra, centro di eccellenza del Gruppo HEINEKEN Italia.

“La nostra azienda, da più di 30 anni, investe nella formazione per far conoscere il caffè e le sue tecniche di preparazione, con la volontà di garantire la miglior esperienza di caffè in ogni sua forma e per offrire un momento di piacere con il prodotto perfetto in qualsiasi occasione della giornata. – commenta Marcello Arcangeli, Training Center Director Lavazza Group. La conoscenza della nostra preziosa materia prima, unita al saper fare, è quindi al centro dell’attività del Training Center che, siamo felici, possa contribuire grazie ad una partnership di valore come questa del progetto “Ad Astra” a creare nuovi appassionati professionisti del caffè, riconoscendo alla formazione anche un ruolo sociale, uno strumento utile a favorire un processo di integrazione e inclusività. Fin dalla sua fondazione, Lavazza ha a cuore le persone e si prende cura delle comunità in cui opera, da quelle produttrici di caffè a quelle del territorio, realizzando progetti concreti e facendo rete con i più importanti attori e stakeholders del territorio”.

“A&I si occupa di servizi al lavoro, di inclusione socio-lavorativa dal 1992.La nostra mission è quella di sostenere e di accompagnare le persone nella ricerca del lavoro, aumentando la loro occupabilità e fornendo strumenti e metodologie per valorizzare abilità e competenze. Supportiamo in particolare le persone più fragili o con meno risorse, che hanno quindi bisogno di essere rinforzate e sostenute nel loro processo di integrazione socio-lavorativa. Il progetto AdAstra, in questa edizione così come in quella precedente, si è rivelato una bella ed entusiasmante sfida: accompagnare 19 giovani, provenienti da contesti o situazioni di vita non sempre facili, verso la possibilità di formarsi una professionalità di alto livello spendibile nel futuro.“ conclude Sara Ombrini, Responsabile Area Lavoro A&I Società Cooperativa Sociale ONLUS.