Ab Inbev mette in vendita birra Peroni

Le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi sono state confermate: secondo il Wall Street Journal, Ab Inbev è pronta a mettere in vendita due dei marchi più conosciuti di SABMiller – Peroni e Grolsh – per ottenere il via libera della Ue alle nozze con SabMiller e dare quindi vita a un’operazione – scrive il Fatto quotidiano – da cui nascerà il nuovo numero uno al mondo del settore, con una capitalizzazione superiore ai 250 miliardi di dollari e il monopolio di un terzo delle bottiglie vendute nel mondo.

I diritti per Peroni e Grolsch negli Stati Uniti resteranno invece a MillerCoors, la joint venture della quale SabMiller ha venduto il suo 58% a Molson Coors Brewing. La vendita dei due brand consentirebbe ad Ab InBev di ridurre il debito da 75 miliardi di dollari contratto per finanziare l’acquisizione di SabMiller. “Peroni e Grolsch non sono strategici. Se questo serve a smorzare i timori delle autorità nei Paesi europei va bene” afferma all’Ansa Pablo Zuanic, analista di Susquehanna. Secondo indiscrezioni, Ab InBev sarebbe più interessata ai marchi locali di SabMiller che a quelli globali.