Addio a Christian Millau, fra i padri della nouvelle cuisine

E’ morto domenica Christian Millau, fondatore in Francia delle guide ai ristoranti Gault & Millau e fra i padri del movimento della nouvelle cuisine. Aveva 88 anni. Lo ha annunciato la casa editrice delle guide, descrivendo Millau come un autore “impertinente e indipendente”.

Nato nel 1929, Millau iniziò l’attività come giornalista e insieme a Henri Gault, con il quale pubblicò nel 1969 prima guida ai Ristoranti, venduta in 100mila copie, nella quale i locali recensiti venivano valutati non in stelle ma in “toques“, i caratteristici cappelli bianchi da chef, da uno a cinque. Il gastronomo fu inoltre autore di best seller e libri di successo, come “Dining in France” e “La France à la carte”.

Tra i meriti riconosciuti al movimento della nouvelle cuisine negli scritti di Millau, la valorizzazione di una cucina a base di produzioni fresche e priva di eccessi nei condimenti e salse. A Christian Millau è stata inoltre attribuita la scoperta di talenti culinari come il ristoratore francese Joel Robuchon, definito come “chef del secolo” proprio dalla guida Gault & Millau nel 1989.