40° anniversario per lo stabilimento Coca-Cola HBC Italia di Nogara

Lo stabilimento Coca-Cola HBC Italia di Nogara (VR), il sito d’imbottigliamento delle bevande a marchio The Coca-Cola Company più grande nel Paese e primo in Europa per capacità produttiva, celebra il suo 40° anniversario con un’apertura straordinaria dedicata alla cittadinanza. Una giornata di festa che ha messo in luce l’importanza e il legame dell’Azienda per il territorio, a cui hanno partecipato il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti, il Sindaco di Nogara Luciano Mirandola, il Presidente di Confindustria Verona Giulio Pedrollo, fornitori, dipendenti e management Coca-Cola, Dimitris Lois CEO di Coca-Cola HBC AG, il General Manager Coca-Cola HBC Italia Vitaliy Novikov e il Franchise General Manager Coca-Cola Italia Evguenia Stoitchkova.

“Siamo orgogliosi di celebrare i 40 anni di uno stabilimento all’avanguardia, che testimonia come Coca-Cola sia una realtà locale con un forte radicamento sul territorio in cui opera” dichiara Vitaliy Novikov, General Manager di Coca-Cola HBC Italia “Qui, nel 1975 inizia infatti la prima produzione di lattine: la bevanda che consumiamo in Italia viene prodotta nel nostro Paese e lo stabilimento di Nogara è il nostro fiore all’occhiello”.

Il ruolo strategico di Coca-Cola in Italia è stato messo in luce da un recente studio realizzato da SDA Bocconi sull’impatto economico e occupazionale nel Paese relativo al 2014. Primo soggetto nell’industria delle bibite e in quella delle bevande, Coca-Cola immette nell’economia italiana risorse pari a 815 milioni di euro, equivalente allo 0,05% del PIL. Coca-Cola in Italia impiega direttamente 2.074 dipendenti, dislocati in 8 sedi tra stabilimenti, uffici e depositi. L’impatto occupazionale diretto e indiretto è pari a circa 26.000 posti di lavoro (equivalente allo 0,1% della forza lavoro totale a livello nazionale).

In pratica, ad ogni posto di lavoro diretto corrispondono 13 posti di lavoro indiretti all’interno dell’economia italiana. Il numero delle persone che dipendono, parzialmente o totalmente, dai redditi di lavoro generati direttamente o indirettamente da Coca-Cola in Italia è pari a circa 70.000 persone. In Veneto Coca-Cola impiega direttamente 476 dipendenti, mentre l’impatto occupazionale diretto e indiretto è pari a circa 6.000 posti di lavoro; il numero delle persone che dipendono, parzialmente o totalmente, dai redditi di lavoro generati direttamente o indirettamente da Coca-Cola in Veneto è di circa 16.000 persone.

In occasione dell’anniversario, sono state realizzate 10.000 lattine celebrative in limited edition dedicate alla ricorrenza del plant di Nogara e ai suoi 40 anni di attività. Uno stabilimento che dalla sua nascita ad oggi ha visto ampliamenti e ammodernamenti per oltre 194 milioni di euro. Con una superficie coperta di 72.000 mq, il plant produce ogni anno più di 719.000.000 litri di soft drink grazie a 9 linee di produzione, raggiungendo oltre 76 milioni di casse fisiche e 1 miliardo tra lattine, bottiglie e Bag-in-Box prodotte. Simbolo d’eccellenza sia per la tecnologia innovativa dei macchinari, sia nel campo delle energie alternative utilizzate, lo stabilimento conta, rispettivamente dal 2010 e dal 2011, su pannelli fotovoltaici che permettono una riduzione di 300 tonnellate di CO2 ogni anno, e su un impianto di cogenerazione che produce energia, calore e acqua refrigerata in quantità tale da renderlo potenzialmente autosufficiente.

Per gli ospiti Coca-Cola HBC Italia ha organizzato un momento indimenticabile entrato nel Guinness World Record: dipendenti, ex dipendenti, istituzioni locali, ospiti e fornitori hanno dato vita alla sagoma dell’iconica bottiglia Contour realizzando così la “bottiglia umana” più grande del mondo, lunga 30 metri e larga 8, per una superficie totale di mq.188. 664 persone hanno indossato magliette e cappellini rossi e si sono disposte una a fianco all’altra come tessere di un mosaico; a riprendere la scena una telecamera panoramica posta su una gru. La fotografia è valsa l’iscrizione nella categoria “Partecipazione di massa” del Guinness World Record.

Nel pomeriggio le porte dello stabilimento sono state aperte alla cittadinanza. Giovani e famiglie hanno partecipato alle attività del Coca-Cola Sport Village, come calcio balilla, ping pong, basket: un vero e proprio villaggio dello sport che testimonia l’impegno dell’Azienda per uno stile di vita attivo. Inoltre, per gli ospiti è stata organizzata una visita guidata allo stabilimento, tra linee di produzione e magazzini, per scoprire come nasce la Coca-Cola che beviamo in Italia.