pubblici esercizi

23 Novembre 2022

Manovra: tornano i voucher per l'Horeca. Tetto a 10mila euro


Manovra: tornano i voucher per l'Horeca. Tetto a 10mila euro

Tra misure per contrastare il caro energia e la reintroduzione dei buoni lavoro, all'interno del testo della manovra di bilancio 2023 approvata dal Consiglio dei ministri non mancano le iniziative indirizzate al mondo horeca.

In primo piano, tra quanto disposto dal governo Meloni, tornano i voucher lavoro. I "buoni" potranno essere usati, con un tetto fissato a 10mila euro, nel settore alberghi e ristorazione con lo scopo di “regolarizzare” il lavoro stagionale e saltuario.

Voucher, come funzionano

I buoni lavoro sono un sistema di pagamento che i datori di lavoro possono usare nei casi di un lavoro svolto in modo discontinuo, al di fuori di un contratto di lavoro normale. Introdotti nel nostro ordinamento nel 2003, negli anni il loro utilizzo è cresciuto fino a raggiungere i 134 milioni nel 2016 (dati Inps), aiutati dal fatto che sono esenti da tasse per chi li riceve come pagamento, oltre a poter essere ricevuti anche da chi è già in pensione.

Per il datore di lavoro il vantaggio risiede nel fatto che, nei rapporti regolati con i voucher, sussiste la copertura Inail per infortuni, ma non quella relativa a malattia, maternità, disoccupazione o altre forme di welfare lavorativo.

Nella pratica, il datore di lavoro li acquista dall'Inps (in alcuni casi anche in tabaccheria, in banca o alle Poste) disponendo poi di un margine di tempo prestabilito per usarli pagando un lavoratore che, a sua volta, potrà poi riscuotere i buoni lavoro dall'istituto di previdenza. La cifra pagata, però, non è pari a 10 euro, ma si aggira intorno ai 7,50 euro, la differenza essendo trattenuta per versare le prestazioni contributive all'Inps e l'assicurazione Inail.

Misure contro il caro energia

Nel testo della manovra viene confermato anche il taglio degli oneri impropri delle bollette (rifinanziato fino al 30 marzo 2023) e il credito d'imposta per l'acquisto di energia elettrica e gas naturale per bar, ristoranti ed esercizi commerciali. Tale credito salirà dal 30% al 35%, mentre per le imprese energivore e gasivore passerà da 40% a 45%.

Infine, la legge di bilancio 2023 rifinanzia per 1 miliardo il fondo che garantisce tutte le operazioni finanziarie direttamente finalizzate all’attività d’impresa concesse da un soggetto finanziatore (banca o altro) alle piccole e medie imprese.

 

TAG: CAFFè DIEMME,VOUCHER,CREDITO D'IMPOSTA,LEGGE DI BILANCIO 2023,MANOVRA 2023,BUONI LAVORO

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

24/05/2024

Mise en place, presentare l’olio nelle sale in chiave moderna e funzionale, in un’ottica di design. È questo il tema della settima edizione del forum Olio...

24/05/2024

Volete sapere quanto dovrebbe costare un espresso in un bar italiano secondo l'Intelligenza Artificiale? 3,45€ a tazzina, utilizzando un caffè di bassa qualità, e 3,70€ se si usa...

24/05/2024

Tornerà sabato 1 giugno, dalle ore 10 alle 18, il Palermo Coffee Festival, manifestazione organizzata da Morettino, in collaborazione con CoopCulture e Orto Botanico di Palermo, dedicata agli...

24/05/2024

È Andrea Pieraccini il nuovo International Tour Ambassador della Sabatini Cocktail Competition. Il bartender del bistrot La Zanzara di Roma è stato uno dei ...

 

Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top