SOS sera: cala il fatturato, la gente esce sempre di meno. Video

Non c’è dubbio: le abitudini sono cambiate. E la sera, la gente esce sempre di meno. “Colpa (soprattutto) del lungo coprifuoco e delle notizie allarmistiche inerenti la pandemia. Risultato? Milano, durante la settimana, alle 24 è quasi deserta”, osserva il gestore del Mago di Oz (zona Lima). Ma non è il solo a sostenerlo. Anzi. Dal Veneto alla Toscana, dal Lazio alla Puglia, lo scenario è lo stesso. E in pochi si sorprendono.

 

sera“Sarebbe strano che fosse diverso. Ci hanno disabituato a vivere la sera e angosciato con quasi due anni di notizie catastrofistiche. Il governo sembra non rendersi conto dell’impegno che occorre per gestire con successo un’attività imprenditoriale. Così non si può più andare avanti. È necessario cambiare assolutamente la narrazione. In Italia non c’è nessun rispetto per le piccole imprese”, afferma Ferdinando Parisella, segretario del Movimento M.I.O, che è stato protagonista di una lunga intervista di Roma di Sera.

seraUn’opinione, la sua, condivisa da molti. Anche tra alcuni medici. “Rispetto all’inizio della pandemia, la situazione è radicalmente cambiata. Oggi i contagi non accennano a scendere, ma i ricoveri sono sempre meno. E gli effetti sono lievi quando chi si ammala è sano e vaccinato”, ricorda spesso per esempio Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie Infettive dell’ospedale San Martino di Genova.