Ristorazione, Chef Express (Cremonini) rileva il 60% di Percassi F&B

Chef Express, società che gestisce le attività di ristorazione del Gruppo Cremonini, e Percassi, società leader nello sviluppo immobiliare e nella gestione di reti commerciali di importanti brand, hanno concluso un accordo per la creazione di un operatore di riferimento nell’offerta di ristorazione multi-brand, dedicato al settore dei centri commerciali, shopping mall, outlet e retail park.

In base all’accordo, Chef Express ha rilevato il 60% di Percassi Food&Beverage, che viene rinominata C&P Srl, mentre il restante 40% rimane in mano a Percassi per il tramite di Odissea Srl. Il perimetro di C&P Srl al momento riguarda 16 punti di vendita di ristorazione nei principali shopping mall e nei centri urbani italiani con i marchi Casa Maioli (format di piadineria artigianale, 9 locali), Caio Antica Pizza Romana (format di pizza romana, 5 locali), e il marchio di ristorazione asiatica Wagamama (2 locali), per un fatturato totale annuo superiore ai 10 milioni di euro.

Chef Express ha inoltre acquisito direttamente due punti di vendita – uno a marchio Caio Antica Pizza Romana, l’altro a marchio Wagamama – presso l’aeroporto di Milano Malpensa, prima gestiti da Percassi Food&Beverage.

Fuori del perimetro di C&P rimane il marchio Starbucks, che continuerà il proprio sviluppo in Italia esclusivamente all’interno di Percassi.

Nasce così un operatore che si posiziona come punto di riferimento per gli sviluppatori e gestori dei centri commerciali, shopping mall, outlet e retail park con un’offerta di ristorazione diversificata su più marchi. La nuova nata prevede di aprire una ventina di nuovi punti di vendita all’anno.

Chef Express potrà sviluppare anche i marchi di C&P nell’ambito della concessione, all’interno di aeroporti, stazioni e autostrade e, allo stesso tempo, avrà l’opportunità di esportare alcuni dei suoi 30 marchi in portafoglio all’interno del segmento di mercato finora presidiato da Percassi Food&Beverage.

C&P avrà infine anche una funzione di incubatore e sviluppatore di concept di ristorazione nuovi, oppure di aggregatore di altri già esistenti, anche in capo ad operatori esteri interessati a sviluppare i propri marchi nel nostro Paese.