Prosegue la solida crescita del Gruppo Lindt & Sprüngli

Lindt & Sprüngli sta ottenendo ottimi risultati, in continuità con la crescita e i successi degli scorsi anni. Nella prima metà dell’anno il gruppo ha generato un fatturato pari a 1.76 miliardi di franchi svizzeri, che corrisponde a una forte crescita delle vendite del 6.2%. L’attuale andamento del gruppo pone le basi per la conferma dell’obiettivo di crescita organica annuale, annunciata tra il 5 – 7%.

Lindt in Italia – Il Gruppo Lindt & Sprüngli ha deciso di investire ulteriormente in Italia, dove è presente uno dei 6 impianti di produzione europei, dimostrando una grande fiducia nei confronti della sede italiana che continua a migliorare la propria efficienza produttiva. Lindt Italia, infatti, ha annunciato lo scorso anno un importante progetto di ampliamento del polo produttivo e distributivo di Induno Olona (VA), i cui lavori sono ancora in corso. Nello stabilimento varesino, la cui forza lavoro è attualmente composta di 700 dipendenti, si producono oltre 2 miliardi di praline Lindor l’anno e più di 170 milioni di scatole Cornet Lindor da 200 grammi, e viene esportato oltre il 70% della produzione. Oltre all’ampliamento dello stabilimento, questo investimento prevede la realizzazione dei nuovi uffici commerciali e il rinnovo del Lindt Factory Outlet, che verrà inaugurato ufficialmente il prossimo 5 settembre.

Approvvigionamento sostenibile del cacao – Oltre all’impegno dell’azienda nel garantire ai propri consumatori un cioccolato che rispetti i più elevati standard di qualità, la sostenibilità gioca un ruolo importante nel costruire il successo a lungo termine della propria attività, impegno testimoniato dal Lindt & Sprüngli Farming Program.

Il gruppo sta per raggiungere il suo primo importante obiettivo, ossia quello di avere entro il 2020 una catena di approvvigionamento delle fave di cacao completamente tracciabile e verificata. Ad oggi, l’86% del cacao utilizzato da Lindt è tracciato e verificato. Lindt & Sprüngli ha aggiornato e implementato la propria strategia di sostenibilità intensificando gli sforzi in questo settore: il gruppo si impegnerà a ottenere l’intera fornitura di cacao da aree non colpite dalla deforestazione entro il 2025.