Prosecco, denominazione sostenibile: il progetto PRO.S.E.C.CO

“I risultati preliminari del progetto pilota PRO.S.E.C.CO ci confermano l’approccio positivo e il valore di questa azione per il nostro territorio – spiega il presidente del Consorzio Prosecco Doc Stefano Zanette – e ora risulta cruciale l’adesione del sistema produttivo affinché si giunga all’ambizioso traguardo della certificazione di denominazione sostenibile (assicurata da almeno il 60% della superficie vitata totale). Sono fiducioso che la sensibilità maturata dai nostri produttori nei confronti delle tematiche ambientali, ci porterà presto a raggiungere questo obiettivo”.

Il progetto sperimentale, finanziato con fondi del Psr Veneto e annunciato dallo stesso Zanette nel corso del Vinitaly 2019 col nome decisamente evocativo, di PRO.S.E.C.CO (PROgramma della Sostenibilità E del Controllo della COmpetitività della filiera vitivinicola Prosecco Doc – Mis. 16 Psr Regione Veneto) ha potuto contare sul coordinamento di diverse realtà tra le quali Cantina di Conegliano e Vittorio Veneto, Azienda Le Carline, Le Rive, Santa Margherita, Villa Sandi, il Consorzio Prosecco, il Cirve (UniPD), Impresa Verde Treviso-Belluno e alcuni tra le più affermate personalità in campo viticolo.

“Si è trattato di un’esperienza di importanza strategica per la nostra denominazione – tiene a spiegare il presidente Zanette – perché ci ha consentito di verificare sul campo le criticità e le reali possibilità di applicazione e miglioramento degli standard più avanzati, come quelli di Equalitas. Il modello individuato è un percorso impegnativo ma necessario per affrontare la sostenibilità ambientale della produzione a tutto tondo, dalla vigna alla bottiglia, passando per il rispetto della giustizia sociale e della equità economica. Ora che abbiamo potuto constatare l’impatto di questi strumenti anche in termini di costi aziendali, siamo in grado di assicurare l’applicabilità del processo all’intero sistema produttivo”.

“Oggi – conclude Zanette – la sostenibilità non rappresenta più solo un’opportunità per il nostro sistema produttivo ma è diventata una chiara necessità per la durabilità negli anni futuri della denominazione cui apparteniamo”.

Risultati e dettagli del progetto verranno illustrati il prossimo venerdì 27 novembre nel corso di un webinar che verrà trasmesso in streaming su piattaforma Microsoft Teams. Gli utenti registrati, al sito www.proseccosostenibile.wine riceveranno per tempo il link necessario alla partecipazione.

PROGRAMMA

ORE 9.30 ATTIVAZIONE PIATTAFORMA WEB

ORE 9.45 SALUTI ISTITUZIONALI E INTRODUZIONE LAVORI
• Stefano Zanette – Presidente Consorzio Prosecco DOC
• Gianluca Fregolent – Direzione Agroambiente della Regione Veneto
• Alberto Zannol – Direzione Agroalimentare della Regione Veneto
• Andrea Giorgiutti – Direzione Servizio Valorizzazione Qualità delle Produzione – Regione FVG
• Stefano Vaccari – Crea

ORE 10.15 SINTESI DEL PROGETTO PRO.S.E.C.CO.
– a cura dell’enologo Andrea Battistella

10.30 IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SOSTENIBILITÀ: I DATI DI UN’AZIENDA CAMPIONE
• Michele Granzotto: la certificazione della sostenibilità in viticoltura
• Luca Toninato: la digitalizzazione dei controlli sulla parte agricola
• Alessandro Manoni: la digitalizzazione dei processi
• Pier Alberto Guidotti: calcolatori on-line integrati alla piattaforma generale
• Marco Tonni: impronta carbonica vitivinicola, risultati del calcolo
• Michele Collavo: il ruolo delle Organizzazioni professionali di categoria
• Eugenio Pomarici: il bilancio di sostenibilità e lo standard GRI

ORE 11.30 DIBATTITO con le aziende coinvolte CONDOTTO da LUCA GIAVI
Direttore Generale del Consorzio Prosecco DOC

• Cantina di Conegliano e Vittorio Veneto,
• Le Carline,
• Le Rive,
• Santa Margherita
• Villa Sandi

ORE 11.45 CONCLUSIONI