attualità

28 Giugno 2023

Majestas, l'isola felice di Flavio Briatore: “Ambiamo a essere modelli di ruolo e di valori”

di Giulia Di Camillo


Majestas, l'isola felice di Flavio Briatore: “Ambiamo a essere modelli di ruolo e di valori”

Formazione continua del personale ed esperienzialità (sono oltre mille i dipendenti), piani di sviluppo internazionale e retribuzioni sopra la media di mercato. È la formula magica del Gruppo Majestas, di proprietà di Flavio Briatore e Francesco Costa, che al suo interno contempla i noti brand Crazy Pizza, Billionaire, Twiga, Cipriani e Cova a Monte Carlo e che ha chiuso il 2022 con ricavi complessivi che sfiorano quota 80 milioni di euro e punta a cresce ulteriormente nel 2023.

I DIPENDENTI RESTANO, E DIVENTANO GRANDI MANAGER
Un’isola felice nel campo della ristorazione, che gode di una percentuale elevatissima in termini di permanenza media dei suoi dipendenti“Vogliamo continuare a garantire retribuzioni che siamo allineate al background delle persone che fanno parte della nostra organizzazione – fanno sapere a Mixerplanet dal Gruppo – Prevediamo specifici incentivi, piani di mobilità internazionale e formazione online per tutti i livelli. Inoltre, abbiamo implementato un importante programma di Performance Management durante il quale si analizzano sia le retribuzioni correnti che i piani di incentivazione economica individuale”.

“Cerchiamo sempre di valutare anche la capacità della persona di allinearsi ai nostri valori e dimostrare un forte impegno e professionalità. Ovviamente, la conoscenza della lingua inglese è un must – prosegue la holding – Queste vengono strutturate a seconda della posizione aperta”. L’azienda utilizza anche percorsi di executive coaching. Quanto alle selezioni, lavorando a stretto contatto con i grandi manager con l'utilizzo di manuali operativi specifici per ogni brand, un programma di mentoring e anche periodi di training nei vari ristoranti nel mondo, così da permettere alla persona coinvolta una full immersion nel segmento luxury dining, formazione avviene «on the job».

EQUILIBRIO E VALORI
Sul work life balance, il Gruppo cerca sempre di supportare le persone ad avere un equilibrio nella gestione della vita privata e professionale monitorando le rotazioni settimanali in tutti i dipartimenti coinvolti dando l'opportunità di spostarsi e di cambiare area geografica e luogo di lavoro: “Ambiamo prima di tutto a essere dei modelli di ruolo non solo nell'etica aziendale ma anche nei valori che rappresentano i nostri brand. Abbiamo un’importante responsabilità in questo. L’attenzione al commitment è fortissima, così come l’approccio al lavoro che deve essere professionale e all’altezza della nostra identità e dei nostri valori”.

E NEL 2023 OBIETTIVO RICAVI A 100 MILIONI DI EURO
Nel 2022 il Gruppo guidato in tandem da Briatore e Costa ha fatto ricavi per 78,8 milioni di euro, di cui 24,9 milioni generati da Billionaire e 23,5 milioni da Twiga. Entrambi i brand hanno “raggiunto una performance molto positiva, nonostante un inizio dell’anno ancora condizionato dalla pandemia e dalla ristrutturazione di alcuni locali”, hanno spiegato da Majestas. 

L’Ebitda operativo di pertinenza del segmento si è attestato a circa il 25% dei ricavi, pari a oltre il doppio del 2021. I restanti 30,4 milioni di ricavi sono stati generati dalle licenze.

Un risultato reso possibile dall’espansione dei diversi brand nel corso del 2022. Crazy Pizza, nello specifico, ha realizzato due opening a Roma e Milano, a cui hanno fatto seguito i due ristoranti in licenza in Arabia Saudita, quello in Qatar nella città di Doha e, più recentemente, in Kuwait (Kuwait City).

Billionaire ha aperto in licenza a Doha così come Twiga che, inoltre, ha riaperto a Monte Carlo. Per quanto riguarda Cova, l’insegna milanese ha aperto a Monte Carlo nel primo trimestre del 2022 e a Doha in sublicenza nel quarto trimestre.

L’outlook per il 2023 stima ricavi complessivi a circa 100 milioni di euro. Nel corso dell’anno, inoltre, Crazy Pizza si espanderà ulteriormente in Europa e in Medio Oriente con quattro nuovi ristoranti, oltre ad altri in fase di studio e pianificazione. “Grazie anche all’acquisizione dei marchi prestigiosi in licenza, Cipriani e Cova Montenapoleone, ci siamo rafforzati e oggi possiamo affermare che Majestas è uno dei primi Gruppi al mondo in questo settore, unico di matrice italiana, fra i tanti internazionali – commenta Flavio BriatoreSiamo riusciti a valorizzare e affermare, non solo in Europa, ma anche in Medio Oriente, un modello di ospitalità ad alto tasso esperienziale, frutto di studio, analisi del mercato e intuizione. Ora vogliamo proseguire con questo sviluppo in una fase particolarmente felice per il settore, valutando nuove operazioni di partnership internazionali”.

TAG: FLAVIO BRIATORE,MAJESTAS

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

14/06/2024

L'appuntamento è per venerdì 14 giugno alle ore 18:30 presso il Convivium Bar di Monaci delle Terre Nere alle pendici dell'Etna. In collaborazione con Campari Academy, Salvatore Calabrese metterà...

14/06/2024

Destinazione: World of Coffee Copenaghen, Bella Center, dal 27 al 29 giugno 2024. E occhi puntati sulla delegazione italiana che gareggerà nei campionati mondiali SCA, gli ultimi che mancano da...

A cura di Anna Muzio

14/06/2024

Con l'arrivo del mese di giugno riparte Mare Mio by Gin Mare, l'iniziativa condivisa con Marevivo – Fondazione Ambientalista ETS che mira a proteggere e preservare la bellezza e la vita del Mar...

14/06/2024

Chi l’ha detto che in Italia i giovani non lavorano? Anche se i numeri lo dicono con certezza – 2,1 i milioni di Neet (i 15-34enni che non studiano né hanno un impiego) nel nostro Paese e solo...

 


Una soluzione di filtrazione ad alte prestazioni in grado di soddisfare le esigenze principali nelle cucine professionali quando si parla di vapore e lavaggio. Si chiama BRITA...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top