Pane e cultura. Skantinato 58: caffè, libreria e biblioteca

Ciò che distingue Skantinato 58 – aperto a Troia, in provincia di Foggia – dagli altri caffè-libreria è il suo essere anche biblioteca. Anzi, il suo essere prima di tutto biblioteca, in quanto tutto è partito da un patrimonio di libri e della volontà di metterlo a disposizione della cittadinanza. “Mio marito Giuseppe Beccia e io avevamo il grande desiderio di valorizzare il fondo che lui ha ereditato dal nonno omonimo, grande bibliofilo e amante della storia locale, mettendolo a disposizione della comunità” racconta infatti Chiara Neri. “Per questo siamo partiti dalla biblioteca ma pensando da subito di fornire altri servizi. Non solo per ragioni di sostenibilità economica ma anche per fare in modo che il bibliocafè divenisse uno spazio di aggregazione sociale, rispondendo a esigenze e gusti eterogenei. Un luogo in cui interrogarsi, incuriosirsi, discutere, crescere con lo sguardo rivolto al mondo”.skantinato 2

Oggi Skantinato 58 Bibliocafè è tante cose assieme. Una biblioteca. Una libreria. Uno spazio dove ascoltare della buona musica inedita, assistere a uno spettacolo teatrale, partecipare a dei laboratori per sviluppare abilità e immaginazione. E, non meno importante, una caffetteria speciale, in cui il caffè o il tè sono equosolidali e il vino, i salumi e i formaggi sono a Km zero.

“Al bibliocafè abbiamo deciso di fare una scelta chiara” prosegue la Neri. “Sostenere un’altra filosofia di commercio, basato sull’etica e sulla valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche del nostro territorio. Per questo si possono degustare prodotti di Altromercato, di Libera Terra, biologici. Essendo aperti dal pomeriggio alla sera, l’aperitivo è il nostro punto forte e si compone principalmente di salumi e formaggi del territorio, prodotti dei forni e delle pasticcerie locali, birre artigianali a Km zero, vini delle cantine di Troia e pugliesi in genere. Ma anche le feste di compleanno o per altre ricorrenze sono molto richieste”.

 

Quanto incide il cibo sul vostro conto economico?

 

“Sicuramente il cibo è molto importante. Oggi l’abbinamento di iniziative culturali e ricreative con il cibo è fondamentale dappertutto, non solo a Troia, un piccolo paese dell’entroterra pugliese. E in fondo anche necessario per renderle più piacevoli e complete. Perché la bellezza passa dagli occhi e dalla bocca”.

 

Quanti eventi organizzate, e di che tipo?

 

“Tantissimi sono gli eventi nel nostro calendario. Presentazioni di libri, concerti, performance teatrali, incontri di un gruppo di lettura, attività per bambini, letture ad alta voce, laboratori per grandi e piccoli, conferenze. Cerchiamo di variare il più possibile perché ci piace la sperimentazione e perché Skantinato è un posto dove convivono persone di età e passioni diverse”.

 

Quale è stata la reazione della città a questa vostra formula?

 

“Inizialmente non era chiaro che tipo di luogo fosse e che tipo di servizi offrisse ma la curiosità è stata sempre tanta. Onestamente ci inorgoglisce l’affetto e l’entusiasmo che spesso ci viene riservato e che ci spinge a migliorarci nel futuro. Per noi il regalo più bello è vedere che chi si affaccia per la prima volta poi ritorna con piacere, fungendo in prima persona da tramite nella rete delle sue relazioni per farci conoscere”.

 

 

 

Skantinato 58 bibliocafè

Via Ritucci s.n.c., Troia (FG)

Tel. 333 655 0410

 

PANE E CULTURA

Una rubrica di Giuliano Pavone

A chi dice che con la cultura non si mangia rispondiamo proponendo settimanalmente un’esperienza che mette in relazione in modo profittevole e innovativo il mondo della cultura e dello spettacolo da un lato e quello del pubblico esercizio dall’altro. Format, eventi, libri e personaggi per cibare il corpo e la mente.

Pane e cultura. Kublai Lucera (FG): il cibo è racconto

Pane e cultura. Adelmo Monachese: “I cuochi tv sono…”

Pane e cultura. Filippo Venturi, ristoratore e scrittore

Pane e cultura. Lo chef al cinema assaggia “Il sapore del successo”

Pane e cultura. Un sommelier fra le nuvole: percorso fra vino e fumetti

Pane e cultura. Street food: il fenomeno è in libreria

Pane e cultura. Gogol & Company: libreria fa rima con osteria

Pane e cultura. Ciak, si mangia! I libri su cibo e cinema 

Pane e cultura. Dopolavoro Bicocca: food e arte contemporanea 

Pane e cultura. BBeP Locorotondo (BA): bottega culturale di qualità

Pane e cultura. Il Mercato del Duomo: esperienza verticale di Autogrill

 Pane e cultura. Mondadori café Milano: la Lunigiana nel megastore

Pane e cultura. Nel coffee art bookstore si fa anche food storytelling 

Pane e cultura. Libri&Bar Pallotta Roma: via il biliardo, arriva la libreria

Pane e cultura. La loggia: un art cafè a Carovigno (BR)

Pane e cultura. Gusto e intrattenimento al Mercato Metropolitano

Pane e cultura. In libreria i segreti della pizza

Pane e cultura. Area 8 Matera: un “non hotel” nei Sassi

Pane e cultura. Libreria Bacco: non chiamatela enoteca letteraria

Pane e cultura. Kino Roma: buon cinema, buon cibo

Pane e cultura. Bar luce: Wes Anderson alla Fondazione Prada

Pane e cultura. Mudec Milano: ristorazione nel Museo delle Culture

Pane e cultura. Sugo-Condimenti per la casa a Roma dal 12 al 14 giugno

Pane e cultura. Persepolis Andria: il caffè fa riaprire la libreria

Pane e cultura. Nuvole in cantina: vino e fumetti in un luogo che vive

Pane e cultura. Il pop food di Davide Oldani in un libro

Pane e cultura. Bar, libreria, Internet: con Knulp Trieste si rinnova

Pane e cultura. Ex Forno Bologna: dal pane all’arte moderna

Pane e cultura. Rotonda Bistro Milano: per bambini da 3 a 93 anni

Pane e cultura. Gambrinus Napoli: la storia è qui

Pane e cultura. Triennale Milano: mostra e terrazza aperte sull’Expo

Pane e cultura. mcafé Genova: mastica l’arte, medita sul cibo

Pane e cultura. Memo caffè Fano: il bio in mediateca

Pane e cultura. Per un trancio di libri: una microlibreria a L’Orablù

Pane e cultura. Teatro Orfeo Taranto: caffè e cultura nel foyer

Pane e cultura. Trieste, la città dei caffè

Pane e cultura. San Marco Trieste: alle origini del caffè letterario

Pane e cultura. Eataly e librerie.coop convivono a Bologna

Pane e cultura. Enoteca Letteraria Roma: libro e vino, storia comune

Pane e cultura. Fourquette Foggia: quando il tipico è atipico

Pane e cultura. Sugar Queen Napoli: il cake design diventa un libro

Pane e cultura. Panecotto Matera: pane è cultura!

Pane e cultura. Cucina calibro noir: buone letture e buona tavola

Pane e cultura. Calib: caffè + libreria = valorizzare la Puglia

Pane e cultura. Medieval: il GastroPub “storico” in Salento

Pane e cultura. Sloan Square: l’Inglese si impara al pub

Pane e cultura. Pizza per autodidatti: confessioni di un pizzaiolo

Pane e cultura. Le Libragioni: vino, arte, libri

Pane e cultura. Eataly e Vergnano al Museo del Cinema di Torino

Pane e cultura. Terzo tempo Verona: vino e sport sono un bel connubio

Pane e cultura. Adua Villa firma un romanzo rosé

Pane e cultura. “In grazia di Dio”: il film a Km 0 gira il mondo

Pane e cultura. Piccolo Teatro, grande servizio

Pane e cultura. L’hamburger gourmet diventa un libro 

Pane e cultura. Feltrinelli RED: se l’ibridazione diventa community

Pane e cultura. Giufà Roma: in equilibrio fra libri e caffè

Pane e cultura. Cyrano Alghero: libri, vino, svago

Pane e cultura. Un Food Film Festival a Sud di Milano

Pane e cultura. Cibo, e non solo, per la mente

Pane e cultura. Anche gli angeli… mangiano cannoli!

Pane e cultura. Macondo Bologna: l’arte di incontrarsi

Pane e cultura. Liberrima: cibo e cultura all’ombra del Barocco

Pane e cultura. La Cité: libri, musica, arte, caffè

Pane e cultura. Orwell Manduria: quando il pub diventa letterario

Pane e cultura. Enoteca letterario Badlands: socialità e passione

Pane e cultura. Nea: arte (e bistrot) tutte le ore

Pane e cultura. Cucina narrativa, showcooking e saperi tradizionali

Pane e cultura. Musica e dintorni: birra artigianale e territorio

Pane e cultura. Scriptorium cafè: la sala studi è al bar

Pane e cultura. L’Orablù: eventi nel bar della piscina

Pane e cultura. Melville, la balena piacentina

Pane e cultura. Libri e teatro si incontrano al bar

Pane e cultura. Libri e caffè (napoletano) nel foyer del teatro

Pane e cultura. Ottimomassimo: pane, libri e fantasia