Pane e cultura. Bar Pallotta Roma: via il biliardo, arriva la libreria

Un bar-ristorante di lunga tradizione che apre una libreria al proprio interno. Una dinamica particolare, perché la formula bar-libreria, che abbiamo spesso trattato in questa rubrica, di solito nasce già ibridata in partenza, oppure è l’evoluzione di una libreria che si apre al pubblico esercizio.

Otto anni fa Valeria Testoni, la figlia del titolare dello storico Bar Pallotta di Roma, decide in accordo con la famiglia di aprire una libreria nella parte del bar che da sempre ospitava la sala biliardo, anche tenendo conto del fatto che in quella zona, Roma Nord, non ci sono altre librerie. Valeria ha una lunga esperienza di lavoro in una catena di librerie, che sarà partner della nuova libreria fino al 2013, quando quella del Bar Pallotta diventa una libreria indipendente.  Pallotta 2

Gli spazi sono sin dall’inizio mischiati: all’ingresso sugli scaffali di fronte al bancone bar, sono esposti i titoli consigliati; all’ interno, una sala da tè con intorno l’offerta libraria vera e propria. I due esercizi commerciali sono amministrativamente sotto una stessa ragione sociale, ma dal punto di vista operativo la gestione è separata.

Ma funziona l’ibridazione della clientela? Risponde Carmelo Calì, che si occupa della libreria: “La vera scommessa è questa: affezionare i consumatori di caffè ai libri e offrire agli appassionati di libri un buon caffè o un luogo dove sfogliare un libro con in mano una bella tazza fumante o uno spritz!

Di certo l’attività storica è quella del bar che gode di una clientela fissa da anni, se non decenni” prosegue Calì. “E’ una vera e propria staffetta. Anche perché, nel corso di questi sette anni di storia, molti clienti del bar sono diventati anche i nostri e viceversa. Il problema vero e fondamentale riguarda i margini di guadagno delle due attività. La libreria, come tutte le realtà indipendenti, ha un margine molto basso da cui vanno tirate fuori tutte le spese di gestione e non è per niente facile. Il bar in questo aiuta di sicuro. Comunque anche la formula come quella del bar-libreria, in sé non basta più per tenere in vita una libreria. Ecco che, oltre alla scelta di una precisa linea editoriale, cerchiamo di organizzare manifestazioni e incontri per diminuire la distanza tra autori e lettori, ma anche per offrire un momento di svago e divertimento alla nostra clientela, cosa possibile anche grazie alla presenza del bar!”

 

Libri&Bar Pallotta

Piazzale Ponte Milvio 21/24

Roma

 

PANE E CULTURA

Una rubrica di Giuliano Pavone

A chi dice che con la cultura non si mangia rispondiamo proponendo settimanalmente un’esperienza che mette in relazione in modo profittevole e innovativo il mondo della cultura e dello spettacolo da un lato e quello del pubblico esercizio dall’altro. Format, eventi, libri e personaggi per cibare il corpo e la mente. 

Pane e cultura. Monastero Val d’Astino: cibo e cultura a Bergamo

Pane e cultura. La loggia: un art cafè a Carovigno (BR)

Pane e cultura. Gusto e intrattenimento al Mercato Metropolitano

Pane e cultura. In libreria i segreti della pizza

Pane e cultura. Area 8 Matera: un “non hotel” nei Sassi

Pane e cultura. Libreria Bacco: non chiamatela enoteca letteraria

Pane e cultura. Kino Roma: buon cinema, buon cibo

Pane e cultura. Bar luce: Wes Anderson alla Fondazione Prada

Pane e cultura. Mudec Milano: ristorazione nel Museo delle Culture

Pane e cultura. Sugo-Condimenti per la casa a Roma dal 12 al 14 giugno

Pane e cultura. Persepolis Andria: il caffè fa riaprire la libreria

Pane e cultura. Nuvole in cantina: vino e fumetti in un luogo che vive

Pane e cultura. Il pop food di Davide Oldani in un libro

Pane e cultura. Bar, libreria, Internet: con Knulp Trieste si rinnova

Pane e cultura. Ex Forno Bologna: dal pane all’arte moderna

Pane e cultura. Rotonda Bistro Milano: per bambini da 3 a 93 anni

Pane e cultura. Gambrinus Napoli: la storia è qui

Pane e cultura. Triennale Milano: mostra e terrazza aperte sull’Expo

Pane e cultura. mcafé Genova: mastica l’arte, medita sul cibo

Pane e cultura. Memo caffè Fano: il bio in mediateca

Pane e cultura. Per un trancio di libri: una microlibreria a L’Orablù

Pane e cultura. Teatro Orfeo Taranto: caffè e cultura nel foyer

Pane e cultura. Trieste, la città dei caffè

Pane e cultura. San Marco Trieste: alle origini del caffè letterario

Pane e cultura. Eataly e librerie.coop convivono a Bologna

Pane e cultura. Enoteca Letteraria Roma: libro e vino, storia comune

Pane e cultura. Fourquette Foggia: quando il tipico è atipico

Pane e cultura. Sugar Queen Napoli: il cake design diventa un libro

Pane e cultura. Panecotto Matera: pane è cultura!

Pane e cultura. Cucina calibro noir: buone letture e buona tavola

Pane e cultura. Calib: caffè + libreria = valorizzare la Puglia

Pane e cultura. Medieval: il GastroPub “storico” in Salento

Pane e cultura. Sloan Square: l’Inglese si impara al pub

Pane e cultura. Pizza per autodidatti: confessioni di un pizzaiolo

Pane e cultura. Le Libragioni: vino, arte, libri

Pane e cultura. Eataly e Vergnano al Museo del Cinema di Torino

Pane e cultura. Terzo tempo Verona: vino e sport sono un bel connubio

Pane e cultura. Adua Villa firma un romanzo rosé

Pane e cultura. “In grazia di Dio”: il film a Km 0 gira il mondo

Pane e cultura. Piccolo Teatro, grande servizio

Pane e cultura. L’hamburger gourmet diventa un libro 

Pane e cultura. Feltrinelli RED: se l’ibridazione diventa community

Pane e cultura. Giufà Roma: in equilibrio fra libri e caffè

Pane e cultura. Cyrano Alghero: libri, vino, svago

Pane e cultura. Un Food Film Festival a Sud di Milano

Pane e cultura. Cibo, e non solo, per la mente

Pane e cultura. Anche gli angeli… mangiano cannoli!

Pane e cultura. Macondo Bologna: l’arte di incontrarsi

Pane e cultura. Liberrima: cibo e cultura all’ombra del Barocco

Pane e cultura. La Cité: libri, musica, arte, caffè

Pane e cultura. Orwell Manduria: quando il pub diventa letterario

Pane e cultura. Enoteca letterario Badlands: socialità e passione

Pane e cultura. Nea: arte (e bistrot) tutte le ore

Pane e cultura. Cucina narrativa, showcooking e saperi tradizionali

Pane e cultura. Musica e dintorni: birra artigianale e territorio

Pane e cultura. Scriptorium cafè: la sala studi è al bar

Pane e cultura. L’Orablù: eventi nel bar della piscina

Pane e cultura. Melville, la balena piacentina

Pane e cultura. Libri e teatro si incontrano al bar

Pane e cultura. Libri e caffè (napoletano) nel foyer del teatro

Pane e cultura. Ottimomassimo: pane, libri e fantasia