MixFactor: Caribbean Olandro, di Francesco Montesano, vince a Napoli

Si è conclusa ieri la finale della prima edizione del concorso “MixFactor”, ideato e promosso da Five Senses, l’eccellenza italiana nel settore alcolico e spirits.

I sette aspiranti barman, precedentemente selezionati da una giuria tecnica composta da Ettore Diana, Campione mondiale IBA 2012, da un Responsabile Mavidrink e da due autorevoli operatori del settore, si sono sfidati dal vivo a Napoli nella preparazione di un cocktail, utilizzando gli ingredienti segreti presenti nelle Mistery Box.

Sei minuti a disposizione per creare il drink dell’estate 2015, guarnito con una decorazione a scelta, utilizzando fino ad un massimo di 7 prodotti, di cui almeno una base ed altri tre prodotti, contenuti nelle diverse Mistery Box, e tre prodotti Five Senses a scelta.

A fine prova, la giuria ha assegnato un punteggio da 1 a 10 ad ogni cocktail creato, valutando pulizia, tempo di esecuzione e tecnica. Sul podio i primi tre che si sono distinti per originalità, gusto e accuratezza nella presentazione.

IMG_0690_tnIl vincitore è l’aspirante barman Francesco Montesano, nato ad Avellino nel 1988, che ha realizzato il Caribbean Olandro, utilizzando la tecnica Shake and Strain in Jar. Il cocktail si è contraddistinto per la tecnica, il gusto fresco ma deciso e l’equilibrio tra gli ingredienti Five Senses utilizzati: Gin Princess, Panama Club, Triple Sec, Succo di Pompelmo, Vodka Norvik Panna e Fragola e Passion Fruit, il tutto decorato con Menta Fresca, cetriolo, fragola ed un tulipano preparato con un twist di pompelmo rosa.

Francesco si è aggiudicato un corso di 1° livello Barman riconosciuto e autorizzato da A.I.B.E.S. e la possibilità di collaborare con l’azienda nella creazione di video tutorial, che verranno condivisi sulla pagina Facebook Five Senses.

Seconda classificata Laura Schirru, nata a Nuoro nel 1983, con il suo cocktail Janamala, realizzato con tecnica shake and strain e decorato con Lime, mentre il terzo classificato è Francesco Tommasino, nato a Capua nel 1995, con il suo Mix Energy, decorato con metà lime spolpato con all’interno una fettina di pompelmo, due lamponi e una foglia di menta. Entrambi hanno vinto una borsa bar tender professionale, contenente tutti gli attrezzi del mestiere.

Dal 4° al 9° classificato hanno ricevuto una ricca gift box di prodotti Five Senses.

Gianluca Avallone, Direttore Commerciale Mavi Drink, dichiara: “Siamo orgogliosi del successo di questa prima edizione del concorso “Mixfactor”, nato per sostenere e incoraggiare tutti gli appassionati dell’arte della Mixology. I finalisti hanno dato prova delle proprie capacità e proposto cocktail creativi ed equilibrati nel gusto, utilizzando tecniche da veri bartender. Grazie al corso A.I.B.E.S, il vincitore Francesco Montesano avrà la possibilità di acquisire basi ancora più solide per costruire una brillante carriera nel mondo della Mixology. Infine, auguriamo a tutti i partecipanti di continuare a inseguire la propria aspirazione e diventare professionisti in questo settore, sempre in cerca di nuovi talenti”.

Five Senses by Mavi Drink

Mavi Drink, produttore e distributore nazionale di alcolici e spirits, rappresenta il punto di riferimento nel settore del beverage, soddisfacendo tutte le esigenze del mondo Ho.re.ca. e Super Ho.re.ca., grazie a brands che si distinguono per qualità, immagine, assortimento e competitività.

Il brand di punta è Five Senses, che si pone come primaria scelta nel campo del beverage, con una linea completa di prodotti di eccellente qualità, caratterizzata da un package moderno ed accattivante. I prodotti Five Senses sono stati appositamente pensati per essere in sintonia con il mondo della mixology; una linea ideale per offrire una gamma completa per il canale Ho.re.ca. e Super Ho.re.ca., definito anche “mondo della notte”, dall’aperitivo all’after dinner.

Il marchio Five Senses si rivolge a un pubblico dai gusti esigenti, attento all’immagine e alla continua ricerca di novità; con un’impostazione giovane ed esotica, Five Senses rimanda al concetto di multisensorialità dell’esperienza del bere.