Green pass, come generare il codice in modalità self-service

Uno strumento in più per chi non abbia ricevuto il codice per scaricare il proprio green pass. Una modalità self-service per scongiurare l’effetto Cenerentola.

Dal 6 agosto scatta l’obbligo di esibire il green pass in specifiche situazione (dal consumo al tavolo nei locali al chiuso alle palestre, dai musei al cinema).

Chi non lo abbia perché privo dei requisiti (tampone negativo entro 48 ore, vaccinazione o guarigione) non potrà accedere a questi servizi. Chiaro e lineare.

Il problema però è che ci sono tante persone che pur avendo diritto al green pass non riescono ad ottenerlo.

Per questi dal 6 agosto potrebbe scattare un temibile effetto Cenerentola (amata dal principe, ma fuori dai giochi perché senza più abito e carrozza).

Privi di attestazione, ma con gli anticorpi in regola, tanti cittadini potrebbero restare fuori dalle attività cui invece, avrebbero tutti i diritti di prendere parte.

Inizialmente, per ‘senza codice’, il consiglio è stato quello di recarsi in farmacia, dal proprio medico, o ancora meglio al centro vaccinale (visto che vano sembrava  il ricorso al numero dedicato 1500 o alla mail cittadini@dgc.gov.it).

Ora per chi non abbia ricevuto il tanto agognato sms o l’ambita mail è stato attivato uno strumento in più. Un’area self service sul sito www.dgc.gov.it in cui, compilando gli appositi campi, è possibile generare il codice AUTHCODE, da utilizzare per acquisire la certificazione verde o con la tessera sanitaria o con l’App Immuni.