Francia, un QR code per entrare nei locali pubblici

A partire dal prossimo 9 giugno chi, in Francia, vorrà entrare in un bar, un ristorante o una palestra, dovrà munirsi di smartphone e scansionare il QR code che sarà valido per le successive due ore. In alternativa dovrà scrivere i propri riferimenti anagrafici, con numero di telefono, nel cosiddetto “libro dei contatti” messo a disposizione, obbligatoriamente, da tutti gli esercenti.

Se entro le due settimane seguenti qualcuno dei clienti presenti in quel posto risulterà positivo al coronavirus, sul telefono cellulare scatterà un’allerta arancione. Laddove più persone si trovassero nella stessa situazione l’allarme invece diventerà rosso. Il codice QR, grazie alla crittografia, preserva il nome, l’indirizzo e il luogo quindi il rispetto della privacy è garantito.

Si tratta del provvedimento che il Paese della Torre Eiffel ha adottato come misura per scongiurare una possibile ripresa della pandemia. Per i gestori che contravvengono a tali regole sono previste severe multe.

Fonte: Italia Oggi