Fipe, ristorazione: ricavi ancora a -22,4% rispetto al 2019

Nonostante l’allentamento delle restrizioni e la dei pubblici esercizi, i ricavi della ristorazione restano ancora lontani dei livelli pre Covid, attestandosi al -22,4% rispetto al 2019.

Lo si legge in una nota dell’Ufficio Studi di Fipe-Confcommercio che, a commento dei dati diffusi dall’Istat sul fatturato dei servizi, sottolinea come il consuntivo 2021, per il comparto della ristorazione, vede il perdurare delle condizioni di difficoltà del settore che chiude l’anno con una perdita del 22,4% rispetto al 2019, pari ad oltre 21 miliardi di euro. 

Una flessione che arriva nonostante nell’ultimo trimestre del 2021 il fatturato delle imprese della ristorazione sia cresciuto rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente del 65,3%.

Il deciso incremento va però analizzato con cautela“, evidenzia Fipe. Tale aumento, infatti, è “frutto del confronto con un periodo, il quarto trimestre del 2020, contraddistinto da lunghi periodi di inattività per le restrizioni anti Covid imposte alle imprese”.