Caffè, per amore e per piacere: parola del 72,5% degli italiani

Caffè, una passione condivisa, un rito sia casalingo che da vivere nel fuori casa. La ricerca AstraRicerche in occasione della Giornata Internazionale del Caffè.

 

Il caffè è un piacere. Parola di Nino Manfredi (in una storica pubblicità), certo, ma anche del 72,5% degli italiani.

Ecco quanto emerge dalla seconda edizione dell’indagine condotta da AstraRicerche per conto del Consorzio Promozione Caffè, in occasione della Giornata Internazionale del Caffè, (venerdì 1° ottobre).

Del caffè si apprezza il potere energizzante e non è un caso, infatti, che per il 39% sia il modo ideale di darsi la carica e di aiutare la concentrazione e il risveglio (73,3%); sarà per questo, quindi, che per il 40,8% una tazza di caffè è il modo migliore per iniziare la giornata.  Ma del caffè si apprezza pure (ben il 75% del campione) la capacità di connotare una pausa di relax.

Quanto ai luoghi d’elezione per gustare un buon caffè, prevalgono le pareti domestiche (tra cui se ne consuma il 57%) e il bar visto come luogo di socializzazione (26,1%) e location ideale per ‘consumare’ il rito mattutino (31,5%). E non basta: per più del 41% degli intervistati andare al bar significa anche sostenere l’economia e i piccoli esercenti.