The World’s 50 Best Restaurants 2022: appuntamento oggi a Londra

E’ iniziato il conto alla rovescia per la cerimonia di premiazione dei World’s 50 Best Restaurants 2022, sponsorizzati da S.Pellegrino e Acqua Panna, che si terrà lunedì 18 luglio a Londra, alle 19.30 CET (segui qui il live streaming Youtube Facebook).

Tanti i ristoranti italiani in gara al mercato di Old Billingsgate nella capitale inglese – a condurre l’evento sul palco ci sarà l’attore Stanley Tucci – anche se non mancherà un ricco parterre globale, dal momento che ai nastri di partenza saranno presenti 22 Paesi distribuiti su 6 continenti: 14 ristoranti provengono dall’Asia, 13 dall’Europa, 11 dal Nord America, 2 dal Medio Oriente, 2 dall’Africa, 1 dall’Oceania e 7 dal Sud America. Al debutto, invece, arriveranno nazioni come Argentina, Cina, Germania, Singapore ed Emirati Arabi Uniti, essendo entrate per la prima volta nella classifica dei primi 100. 

Per quanto riguarda il Made in Italy, al momento la cucina tricolore devono difendere le posizioni conquistate lo scorso anno: al n. 15 Lido 84 di Riccardo e Giancarlo Camanini, al n. 18 Piazza Duomo di Enrico Crippa, poi Le Calandre al n. 26, dei fratelli Alajmo, e al n. 29 il Reale di Niko Romito.

Al momento, un tris di vincitori è stato già rivelato: Leonor Espinosa, del ristorante Leo a Bogotá, è la vincitrice del premio The World’s Best Female Chef 2022; AM par Alexandre Mazzia a Marsiglia è il ristorante che si è aggiudicato l’American Express One To Watch 2022; l’attivista keniota Wawira Njiru è stata invece insignita dell’Icon Award. Un ulteriore nuovo premio, il Champions of Change, è stato consegnato quest’anno a diversi “eroi” della gastronomia: il divulgatore Dieuveil Malonga, le socie in affari Olia Hercules (ucraina) e Alissa Timoshkina (russa) e l’attivista Koh Seng Choon.

Oltre all’attesissima lista, verranno assegnati numerosi altri premi: Gin Mare Art of Hospitality Award, il premio per il miglior pasticcere del mondo (sponsorizzato da Sosa), Beronia World’s Best Sommelier Award (una novità di quest’anno), Villa Massa highest climber award, Estrella Damm Chefs’ Choice Award e Flor de Caña Sustainable Restaurant Award.