ricerche

24 Agosto 2022

Campari acquisisce il 15% di Howler Head Kentucky Bourbon Whiskey


Campari acquisisce il 15% di Howler Head Kentucky Bourbon Whiskey

Campari Group ha annunciato l'acquisizione di una partecipazione iniziale del 15% di Howler Head Kentucky Straight Bourbon Whiskey al gusto naturale di banana.

L'accordo, perfezionato con Catalyst Spirits, è solo il primo passo di un percorso verso il controllo totale del brand nel medio termine. Partner ufficiale dell’Ultimate Fighting Championship (UFC), Howler Head farà leva sulle capacità distributive e le risorse di Campari Group per la sua espansione a livello globale.

"Il bourbon whiskey rappresenta uno dei pilastri del nostro portafoglio a priorità globale e dunque il brand Howler Head costituisce una scelta ideale per noi", ha dichiarato Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer di Campari Group. "Oltre a essere un liquido di eccezionale qualità, il brand Howler Head ha costruito una personalità unica e, attraverso il suo stretto legame con UFC, beneficia di un’enorme platea di fan pronti a gustare questo bourbon eccezionale".

"Campari Group ha una comprovata esperienza nella costruzione di brand globali amati dai consumatori; riteniamo non ci sia partner migliore per espandere la distribuzione di Howler Head a livello mondiale, e per continuare a crescere negli attuali mercati, quali Stati Uniti, Canada e Regno Unito dove esiste un significativo potenziale ancora da sfruttare", ha dichiarato Simon Hunt, Chief Executive Officer di Catalyst Spirits. "Nel nostro secondo anno intero stiamo riscontrando una domanda fortissima per questo prodotto e vediamo opportunità illimitate di crescita nel momento in cui cominciamo a fare leva sulla comprovata capacità distributiva di Campari Group, contraddistinta da un’ampia organizzazione commerciale e solide relazioni con i distributori sia negli Stati Uniti che a livello globale".

Il brand è stato lanciato a livello nazionale degli Stati Uniti nel 2021, e nel suo primo anno intero di operatività ha venduto oltre 50.000 casse da 9 litri inizialmente solo nei mercati americano e canadese, registrando vendite nette complessivamente pari a USD 6,7 milioni secondo i principi contabili locali. Dall’inizio del 2022 Howler Head si è ulteriormente sviluppato negli Stati Uniti e in Canada, è stato introdotto in mercati chiave a livello internazionale, incluso il Regno Unito, ed è sulla strada giusta per conseguire una significativa crescita anno su anno.

Campari Group ha accordato il pagamento di USD 15 milioni in contanti per la partecipazione iniziale del 15% nel marchio con un percorso per ottenere il controllo totale. Campari Group avrà, infatti, la possibilità di acquisire il 100% di Howler Head attraverso tipiche opzioni call, sulla base del raggiungimento dei risultati futuri del brand, che potranno essere esercitate a partire dal 2025. Il valore delle opzioni call implica una crescita molto sostenuta delle vendite di Howler Head a volume e valore in ciascuna delle future fasi della transazione.

Howler Head parte da un bourbon vero, realizzato presso Green River Distilling Co. con l’impiego di un lievito di proprietà esclusiva, i cereali migliori, e un’acqua ricca di minerali, filtrata attraverso la pietra calcarea del Kentucky. Il whiskey viene distillato in uno storico alambicco di cento anni a colonna Vendome di puro rame. Il bourbon che ne risulta viene poi invecchiato per due anni in botti americane di quercia bianca con un livello quattro di carbonizzazione (chiamato anche ‘alligatore’), conservate nei tradizionali magazzini in legno. Dopo l’invecchiamento, il bourbon viene miscelato con aroma naturale alla banana. 

TAG: CAMPARI,BOB KUNZE-CONCEWITZ,CAMPARI GROUP,HOWLER HEAD KENTUCKY STRAIGHT BOURBON WHISKEY,ULTIMATE FIGHTING CHAMPIONSHIP

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/07/2024

Meno del 10% delle imprese italiane della ristorazione utilizza un sistema di ordini e pagamenti integrato a supporto del proprio business. L'obiettivo è ridurre tempi di attesa e...

12/07/2024

Obiettivo whisk(e)y, o whisky. Comunque lo vogliate chiamare sarà lui il protagonista del Bar Convent Berlin 2024, la manifestazione in programma nella capitale tedesca dal 14 al 16 ottobre...

11/07/2024

I consumi di vino negli Stati Uniti stentano a ripartire: il saldo tendenziale dei primi cinque mesi del 2024 basato sugli ordini dei magazzini da parte di Horeca e grande distribuzione segna un -8%...

11/07/2024

Il Pulp & Purple di Omar Vesentini, proprietario dell’Hemingway Cocktail Bar di Como, è il miglior signature cocktail della quinta edizione della Como Lake Cocktail Week. Il bartender ha...

 


Una soluzione di filtrazione ad alte prestazioni in grado di soddisfare le esigenze principali nelle cucine professionali quando si parla di vapore e lavaggio. Si chiama BRITA...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top