pubblici esercizi

06 Aprile 2022

Pasqua e Covid: dai ristoranti agli hotel, tutte le regole da seguire


Pasqua e Covid: dai ristoranti agli hotel, tutte le regole da seguire

Dagli alberghi ai ristoranti, il conto alla rovescia per le vacanze pasquali è già incominciato. Quella alle porte però, dopo due anni compromessi dal Covid, non sarà una Pasqua all’insegna del rilancio del turismo e dei consumi in bar e ristoranti.

Lo dimostrano i dati Istat provvisori di marzo per scoprire come, rispetto a un anno fa, le tariffe siano già lievitate. Solo per fare qualche esempio, sottolinea l’Unione nazionale consumatori (Unc), sono aumentate voci come il trasporto marittimo +10,1% (rispetto allo stesso mese del 2021), alberghi e motel +9,3%, villaggi vacanze e campeggi + 7,2%, musei + 6,9%, piscine e impianti sportivi 3,9%, ristoranti e bar 3,4%.

Regole semplificate dal 1° aprile

Eppure, gli obblighi per chi viaggia nel nostro Paese sono diventati meno stringenti, dopo la fine della stato d'emergenza dello scorso 31 marzo. Se servirà il green pass base (anche tampone) solo se ci si sposta in aereo, in treno o in nave, l’accesso è diventato libero per alberghi e strutture ricettive (compresi i ristoranti al loro interno), musei, negozi e parchi divertimento. Il possesso del super green pass riguarda quindi solo cinema, teatri, concerti e discoteche (in queste ultime, si può togliere la mascherina solo al momento del ballo).

Per quanti riguarda i ristoranti al chiuso l’obbligo di green pass base resta solo per gli italiani (fino al 30 aprile). Gli stranieri vaccinati e guariti da meno di sei mesi potranno invece liberamente mangiare al ristorante, o accedere a tutte quelle attività per le quali è previsto il pass rafforzato, che all'estero non esiste. Chi invece ha un certificato di guarigione o vaccinale da più di sei mesi - compresi quelli ottenuti con Sputnik o con altri vaccini non autorizzati dall'Italia - dovrà mostrare l'esito negativo di un tampone effettuato 48 ore prima se antigenico o 72 se molecolare. Il tampone non è obbligatorio se si è guariti dopo aver completato il ciclo di vaccinazione. 

Per un pasto o un aperitivo in un locale all’aperto, invece, non sarà necessario nessun certificato, nè per gli italiani nè per gli stranieri.

Cosa succederà dopo il 1° maggio

Anche se la road map del governo con il decreto Riaperture già in vigore prevede il «liberi tutti» senza mascherina obbligatoria al chiuso dall'inizio del mese di maggio, la curva epidemiologica in aumento starebbe portando gli esperti a rallentare l'allentamento delle restrizioni.

La data stabilita per avere un quadro certo è infatti stata fissato al 20 aprile, come ha confermato nelle scorse ore il ministro della Salute Roberto Speranza. Quel giorno si deciderà se prorogare l’obbligo di tenere le mascherine al chiuso ancora per qualche settimana, oppure rispettare la data dell'1 maggio per eliminare i divieti ancora in vigore.

TAG: PASQUA,CAFFè DIEMME,ISTAT,UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI,DECRETO RIAPERTURE,RINCARI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

16/04/2024

Oroboro: si chiama così il nuovo progetto di comunicazione varato da Compagnia dei Caraibi che al suo interno annovera il blog di approfondimento Around The Blog, il booklet Tales From The Box e il...

16/04/2024

C'è la commistione tra mixology e arte alla base dell'installazione “Unlocking No. 3 Flavours”, in mostra dal 15 al 28 aprile, in occasione del FuoriSalone, all’Università Statale di...

16/04/2024

E' tempo di rinascita per la grappa. Distillato italiano per eccellenza che, dopo l'approvazione in sede europea di un testo che per la prima volta aveva inserito tutte le produzioni del mondo...

16/04/2024

Si chiama “TerritOri” il nuovo ristorante di Casa Vissani che aprirà ufficialmente le porte il prossimo 18 aprile nella Sala Rock della stessa struttura situata a Baschi (Terni). Proiettato...

 

Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top