pubblici esercizi

20 Dicembre 2021

Variante Omicron, la situazione per bar e ristoranti in giro per il mondo


Variante Omicron, la situazione per bar e ristoranti in giro per il mondo

Durata ridotta del green pass e obbligo di tampone ai vaccinati per partecipare a feste e grandi eventi. Non ci sono motivi di particolare allarme per i pubblici esercizi tra le novità che potrebbero uscire dalla cabina di regia convocata il 23 dicembre a Palazzo Chigi, con lo scopo di contenere l'avanzata della variante Omicron.

Anche se la linea del governo è sempre quella di mantenere aperte tutte le attività, potrebbe però diventare di attualità l'obbligo di tampone (anche per chi ha già il green pass rafforzato) in situazioni come discoteche e feste. A ciò, riporta corriere.it, si potrebbe aggiungere l'eventualità di imporre l'obbligo già dal 27 dicembre, in tempo per il Capodanno. Tra le altre ipotesi in campo - prosegue il quotidiano - non manca la proroga almeno fino al 31 marzo della necessità del green pass rafforzato per andare al ristorante e negli altri locali dove si mangia al chiuso, nei cinema e nei teatri, in discoteca e per partecipare agli eventi pubblici. Tutta da discutere anche l'ipotesi di ridurre la validità del green pass rafforzato dai nove mesi attuali, a sette, o addirittura a cinque.

Intanto, nel resto del mondo, la paura della variante Omicron è particolarmente sentita in Olanda, dove fino al 14 gennaio abbasseranno nuovamente le serrande bar, ristoranti ma anche tutti i negozi e le attività non essenziali. 

Se nel Regno Unito, per il momento, il premier Boris Johnson non ha ancora preso disposto nessuna ulteriore restrizione rispetto a quelle già in vigore, in Francia sono stati cancellati i fuochi d'artificio ed i concerti sugli Champs-Elysée di fine anno, scegliendo per accedere ai locali l'adozione del super Green pass (in cui conta solo il vaccino e non i tamponi). Stessa cosa in Svizzera e Danimarca,

 dove ristoranti e eventi al coperto sono accessibili solo per vaccinati e guariti. In Irlanda, invece, fino alla fine di gennaio bar, pub e ristoranti chiuderanno alle 20, così come in Corea del Sud

A New York, dove la variante Omicron negli ultimi giorni ha fatto impennare il numero dei contagi, le autorità non hanno per il momento assunto nessuna decisione drastica.

In attesa di capire quali saranno le decisione del sindaco De Blasio in merito ai tradizionali festeggiamenti del 31 Dicembre a Times Square, i locali che hanno chiuso i battenti in misura precauzionale rappresentano solo qualche caso isolato.

TAG: CAFFè DIEMME,GOVERNO DRAGHI,OMICRON

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/05/2024

Apre oggi pomeriggio a Napoli, in piena Galleria Umberto I, Mondadori MA Bookstore & Mondadori Caffè Kremoso. L'appuntamento con la new-entry della...

17/05/2024

C'è un nuovo premium gin nel portfolio Mercanti di Spirits, Crespo Luna Rosa – Strawberry & Rose, un prodotto senza coloranti, senza aromi artificiali e con poche calorie, imbottigliato...

17/05/2024

A prima vista Kevin Kos sembra un giovane ufficiale austriaco della Vienna primo Novecento. Alto, biondo, gli occhi chiari coi i baffi arricciati all’insù. Siamo in una saletta riservata del Drink...

A cura di Sapo Matteucci

17/05/2024

Giampiero Pacchiano, Cris Sola del Kadavè. Sono loro i vincitori dei Barback Games 2024, quest’anno al Roma Bar Show. I due ragazzi da Sant’Anastasia (NA)...

 

Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top