bar

12 Marzo 2018

Caffè: le (tante) vie della certificazione

di Marco Oltrona Visconti


Caffè: le (tante) vie della certificazione

Quali i sistemi di certificazione del caffè crudo o in generale di prodotto impiegati da illycaffè? La qualità della filiera di illycaffè – spiega Giovanna Gregori, Corporate Reputation and Sustainability Direct illycaffè – è garantita dall’adozione di una serie di importanti certificazioni e standard volontari nazionali e internazionali, dalla ISO 9001, alla Certificazione di conformità di prodotto Qualitè France, a quella di gestione ambientale ISO 14001 ed Emas. Così di fatto illycaffè è stata la prima azienda del settore in Europa a ricevere la certificazione per il sistema di gestione della qualità. Inoltre dal 2011 ha certificato il proprio modello di gestione della catena di fornitura del caffè verde secondo lo standard Responsible Supply Chain Process – RSCP –, sviluppato da DNV GL, ente internazionale certificatore indipendente che, per lo sviluppo dello standard, ha preso come modello proprio la catena di fornitura di illycaffe. Poi il sistema è stato integrato con le linee guida emergenti in tema di sostenibilità e responsabilità d’impresa con gli standard per le attività di certificazione e di accreditamento. Un cambio di prospettiva rispetto ad altre attestazioni: qui è l’azienda a essere certificata come sostenibile nel suo complesso, non solo la gestione specifica dei processi di approvvigionamento. Grazie a un sistema che si basa sulla verifica di indicatori – Key Performance Indicator – che delineano requisiti di base e obiettivi da raggiungere, in un percorso in continuo miglioramento.

[caption id="attachment_137774" align="alignleft" width="228"] GIOVANNA GREGORI – CORPORATE REPUTATION AND SUSTAINABILITY DIRECT ILLYCAFFÈ[/caption]

Quali sono gli iter e i vantaggi che portano illy a supportare un’area di produzione?

Negli ultimi 25 anni illycaffè ha messo a punto un sistema di relazioni dirette con i propri fornitori, basato su tre pilastri: a) selezionare, nei Paesi produttori di caffè, i coltivatori migliori. b) laddove possibile, l’istituzione di premi per la qualità; da trasferire a questi coltivatori, attraverso l’Università del Caffè e il lavoro quotidiano sul campo di agronomi specializzati, tutte quelle conoscenze maturate in oltre 80 anni di storia d’impresa. c) le produzioni migliori vengono acquistate dalle mani dei coltivatori pagando loro prezzi superiori a quelli di mercato. [ndr fino al 30% in più].

Esistono collegamenti tra produzione e formazione degli addetti ai lavori?

L’Università del Caffè e il Master universitario in Economia e Scienza del Caffé, si rivolgono a laureati di tutto il mondo, con l’obiettivo di fornire loro una preparazione accademica e multidisciplinare per lavorare in questo settore – e più in generale nel settore agroalimentare – lungo tutta la filiera produttiva, dalla coltivazione fino alla ristorazione e al retail, passando attraverso la logistica, il trading e il processo industriale. Con le sue 25 sedi in tutto il mondo, l’Università del caffè insegna ai produttori come ottenere il meglio dalla natura. Li assiste sul campo, li istruisce e aggiorna nelle tecniche di coltivazione più avanzate, nell’uso dei concimi buoni per la pianta e la terra, nelle corrette modalità di raccolta e lavorazione e li guida alla conoscenza dei processi economici e amministrativi.

Certificazioni: l’esperienza di Fairtrade nel caffè

TAG: CAFFè DIEMME,CERTIFICAZIONI,MIXER 302

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

26/01/2023

San Valentino è l'occasione perfetta per stupire la dolce metà con un piatto gourmet, per una cena d’effetto all'insegna del romanticismo.Guglielmo Giudice, lo chef di Rivington, il primo...

26/01/2023

A Sigep 2023 abbiamo intervistato Andreea Postolache, marketing manager Julius Meinl Italia

26/01/2023

Uno spazio multidisciplinare di 1000 mq dedicato alla ricerca, alla formazione, all’open innovation, alla cultura di impresa. Simonelli Group ha inaugurato il nuovo Campus Simonelli Group a...

 

Iscriviti alla newsletter!

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

BRAND POST

Ormai da diversi anni il fenomeno dello street food domina le tendenze del settore gastronomico italiano. Tra sperimentazione culinaria e riscoperta delle tradizioni locali, il suo successo ha...


I LUNEDÌ DI MIXER

Nuovo appuntamento con I Lunedì di Mixer.  Questa volta siamo a Medolla (Modena), e siamo ospiti di Menù, impresa leader nella produzione di specialità alimentari destinate alla...


Ultimo appuntamento della stagione con il business coach Pippo Sorrentino. Lo scorso lunedì, 11 luglio, ci ha parlato della composizione di un Team. In questa seconda puntata (lunedì 18 luglio)...


Dopo gli utilissimi consigli nel corso delle scorse puntate, che hanno riscosso grande successo, ritroviamo Pippo Sorrentino, Life & Business Coach, Facilitatore Certificato Lego Serious...


Nuovo appuntamento oggi, 6 giugno, con I Lunedì di Mixer. Questa volta siamo a Pavia, ospiti del BAR PASTICCERIA Gustò, dove Gianluca Malioto, titolare del locale, ci racconta com’è...


Con l'arrivo della bella stagione, complice la rinnovata libertà del post pandemia, i consumatori sono a caccia di proposte avvincenti che soddisfino il palato e regalino anche emozioni. Come fare?...


I VIDEO CORSI

Cofee Experts 2022
Cofee Experts 2021

VIDEOINTERVISTE SIGEP 2023

Le videointerviste di Mixer a Sigep 2023

Stop al caos amministrativo per i locali storici, ora tutelati da una norma Uni che prevede parametri uguali in tutte le regioni d’Italia. “È il primo passo verso un’azione di...

A cura di Giulia Di Camillo


“Senza una vigilanza attiva da parte dell’Autorità di regolazione per Energia, Ambiente e Reti sui fornitori, le misure adottate per mitigare gli effetti del caro bollette rischiano di essere...


L’obbligo di accettare i pagamenti digitali con carta e bancomat, senza incorrere in sanzioni, resta fissato a 60 euro. E' l'ultimo capitolo di una vicenda, quella del tetto per l'utilizzo del...


Stop alla sovrapposizione di norme, albi, elenchi di vario genere e al caos amministrativo. D’ora in avanti i Pubblici esercizi, che vorranno identificarsi come locali storici, potranno avvalersi...


Nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, svoltasi lo scorso 25 novembre, imprenditori e imprenditrici di Fipe-Confcommercio, hanno deciso di indossare la maglietta di Vera,...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2023 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it

Top