SedieDesign suggerisce 4 stili per arredare bistrot e ristoranti

Nella ristorazione la qualità del cibo ed il servizio offerto sono gli elementi principali sui quali si basa il successo o l’insuccesso di un locale pubblico. Il buon cibo e la piacevolezza dello staff sono sicuramente le prime motivazioni che spingono il pubblico a pranzare e cenare nuovamente nello stesso posto. Anche l’arredo, sia che richiami il tipo di cucina offerta sia che crei un’atmosfera empatica e positiva, può fare la differenza nell’influenzare il ritorno degli avventori. Rinnovare il proprio locale, sia un ristorante, un bar o un bistrot, non deve per forza implicare dei lavori murari. È sufficiente cambiare qualche complemento d’arredo, come sedie, sgabelli e lampadari per rinfrescare la propria immagine.

Industrial
Lo stile industrial conferisce un look metropolitano e dinamico all’ambiente, ricreando un’atmosfera sofisticata e minimal. Il metallo che contraddistingue questi arredi non rende l’ambiento freddo già che il monocromatismo dei materiali si presta ad essere scaldato con cuscini, piante ed altri accessori colorati che addolciscono le forme. Se, infatti, lo stile industriale tende ad essere minimalista, ampio spazio è lasciato alla creatività, associando i finish metallici con elementi moderni, rustici o vintage. Se c’è un elemento centrale nello stile industrial, questo è l’illuminazione a soffitto: lampadine a vista e lampadari che ricordano i tubi aggiungono quel quid visivo che fanno dell’arredo industrial il trend d’arredo nella ristorazione.

Nordico
I mobili nordici uniscono la pulizia delle linee con la morbidezza dei colori totalwhite. Arredi e accessori scandinavi piacciono per la loro freschezza, eleganza e sobrietà. Lo stile nordico si adatta agli ambienti diurni, in cui la luce naturale riflette le nuance leggere, mentre la scelta di complementi più scuri e di contrasti chiaro/scuro conferiscono all’ambiente quel twist in più ai locali per aperitivo e cena. Seguendo i principi dell’arredo nordico, si arriva ad ambienti “lagom”: spazi che non sono né troppo pieni né troppo vuoti, un giusto equilibrio tra arredi e complementi: l’arredo dunque riempie locali che sono semplici, efficienti, caldi ed accoglienti. L’arredo scandinavo è ugualitario e funzionale.

Veneziano
Lo stile veneziano porta con sé lo sfarzo e la ricchezza della nobiltà del ‘600, con mobili in legno preziosi, sedute imbottite, un uso importante del vetro e dei tessili. Lo stile veneziano si divide in stile barocco, dalle forme tondeggianti ricche di intagli, ed in stile moderno, in cui le forme ricche si ammorbidiscono per dare un aspetto meno opulente.

Stile Rustico
Come la taverna è il luogo in cui ricevere i proprio amici, così chi sceglie questo stile d’arredo vuole ricreare un ambiente familiare, accogliente, stabile. Lo stile rustico è diventato popolare anche negli ambienti urbani grazie al calore del legno, alla semplicità delle forme e al senso di piena concretezza richiamato dai materiali e dalle forme. Legno e paglia sono il leitmotiv di questa scelta.

www.sedie.design