Salvatore Calabrese, il “Maestro”, sarà ospite al Camparino

Continua il sodalizio tra Camparino in Galleria, storico locale nel cuore della metropoli meneghina, e il The Donovan Bar di Londra. Atteso dietro il prestigioso bancone è Salvatore Calabrese, conosciuto come il Maestro: colui che ha reso grande il mondo del bartending.

Sarà una serata quindi imperdibile quella di lunedì prossimo 2 maggio dove finalmente l’arte del leggendario Maestro prenderà vita assieme alla maestria di Mattia Capezzuoli Head Mixologist dello storico locale. Assente giustificato Tommaso Cecca – Head Bartender e Store Manager del Camparino, impegnato all’estero per eventi di mixologia internazionali.

Da ben 185 anni, The Donovan Bar rappresenta un’istituzione nel mondo della miscelazione. Nel cuore pulsante di Mayfair, il quartiere di lusso della capitale britannica a pochi passi dalle principali vie dello shopping come Bond Street e Regent Street, oltre a teatri, gallerie d’arte e i principali punti di riferimento del centro di Londra, alle porte degli splendidi spazi verdi di Green Park e Hyde Park si erge il Brown’s Hotel, sede ufficiale del leggendario locale. All’interno, convivono alla perfezione due anime: una più lounge-inspired con comode poltrone e accoglienti divanetti e una più premium e intima in cui aleggiano scatti in bianco e nero sulla seduta a mezza luna. Centro dell’attenzione il bancone per vivere da vicino l’arte della miscelazione, quella di una squadra colta, esperta, creativa, sorridente e italiana. Infatti, attraverso i cocktail creati dal Maestro sarà possibile assaporare la sua tecnica, creatività e la sua arte dell’accoglienza.

Per celebrare la mixology d’eccellenza, The Donovan Bar ha pensato a una cocktail list d’eccezione: Or Wells that all ends Wells, un cocktail dal sapore forte e deciso con distillato di Campari e 1757 Vermouth di Torino Extra Dry tra i principali ingredienti, The Honey Bear, un tripudio di dolcezza e sapori avvolgenti e morbidi grazie al miele e al sidro, The Winston con liquore al mandarino e tè alla menta e eucalipto e per finire Sì, Maestro, un omaggio al Bel Paese e alla figura di Salvatore Calabrese con Bisquit Cognac e un tripudio d’arancia.

La Sala Spiritello, con affaccio diretto in Galleria Vittorio Emanuele e impreziosita anche dall’originale Spiritello, opera del 1921 di Leonetto Cappiello e vera e propria icona del marchio Campari, sarà il luogo in cui i maestri bartender avranno modo di affascinare gli ospiti della serata con la loro arte della mixology. Una serata unica per gli amanti dei cocktail e della sperimentazione dietro al bancone e un inno alla mixology dell’eccellenza internazionale che Camparino vuole offrire ai milanesi.

L’inizio dell’evento è previsto per le ore 18:30, l’accesso è gratuito (su prenotazione).