Ristoranti al chiuso: 14 milioni sopra i 12 anni restano fuori

Con le nuove regole per il green pass, 14 milioni di italiani sopra i 12 anni potrebbero dover rinunciare ai ristoranti al chiuso: le stime di Coldiretti.

Con l’esibizione del passaporto verde (fino a settembre valido anche con una sola somministrazione) obbligatoria per accedere ai ristoranti al chiuso, sono circa 14 milioni gli italiani sopra i dodici anni che saranno costretti a rinunciare a sedersi al tavolo al chiuso.

Ecco quanto emerge dall’analisi di Coldiretti sull’impatto del nuovo decreto in merito all’utilizzo del green pass.

Molti dei locali che compongono la vasta platea della ristorazione (360 mila esercizi), infatti, non sempre dispongono di spazi esterni dove, con le nuove regole in arrivo, poter ospitare chi fosse sprovvisto di certificazione.

In difficoltà – precisa la Coldiretti – sono soprattutto gli esercizi situati nei centri urbani stretti tra traffico ed asfalto.

Oltre al taglio della clientela nazionale a preoccupare è anche la mancanza del turismo straniero che, dopo le positive aspettative iniziali, ha registrato una brusca frenata a causa – precisa la Coldiretti – della ripresa dei contagi in tutta Europa.

La ristorazione – sottolinea la Coldiretti – è tra i settori più colpiti dalla pandemia con i consumi alimentari degli italiani fuori casa che nel 2020 sono scesi al minimo da almeno un decennio con un crack senza precedenti per bar, ristoranti, trattorie e agriturismi che hanno dimezzato il fatturato (-48%) per una perdita complessiva di quasi 41 miliardi di euro nel 2020.

Una situazione che si ripercuote a cascata – continua la Coldiretti – sull’intero sistema agroalimentare con oltre un milione di chili di vino e cibi invenduti nell’anno della pandemia.