attualità

12 Aprile 2023

L'ascesa di Alice Pizza, nel 2023 previste 25 nuove aperture e 200 assunzioni


L'ascesa di Alice Pizza, nel 2023 previste 25 nuove aperture e 200 assunzioni

Alice Pizza è una delle più grandi realtà di food retail con oltre 190 punti vendita su tutto il territorio. L’obiettivo di crescita per l’anno 2023 prevede 25 nuove aperture in tutta Italia e l’inserimento di 200 nuovi collaboratori. Si tratta di un’importante nuova sfida in linea con il percorso di crescita iniziato 4 anni fa dall’azienda con l’ingresso del fondo di investimento italiano, IDeA Taste of Italy, che ha acquisito il 70% della società. 

La filosofia di Alice Pizza è quella di affiancare a un approccio di produzione artigianale, un modello manageriale che punta a svilupparsi sul territorio attraverso tre direttrici ben definite: i quartieri, il centro città e i centri commerciali. Questo modello di diversificazione delle aree ha consentito ad Alice Pizza di portare avanti un piano di sviluppo stabile e reale nel tempo e una crescita equilibrata tra punti vendita a gestione diretta e franchising, equamente distribuiti tra Centro e Nord Italia.

“Alice Pizza è la dimostrazione di come si possa diventare in pochi anni la prima catena di pizza in Italia creando oltre 190 punti vendita e formando oltre 2000 collaboratori - commenta Claudio Baitelli, AD di Alice Pizza. La nostra ricetta vincente si basa sulla creazione artigianale di una pizza realizzata da professionisti con ingredienti di alta qualità e da una mentalità manageriale tipica del mindset delle più grandi catene di food retail internazionali che ha saputo sviluppare una gestione corretta dei numeri aziendali e allo stesso tempo favorito una costante sostenibilità economica. Siamo partiti dalla città di Roma per trasformarci in poco tempo in una catena nazionale con punti vendita distribuiti equamente tra il Lazio e il resto delle regioni. Al Nord Italia, in particolare, abbiamo circa 80 punti vendita, più di 25 solo a Milano. Per il 2023 puntiamo a realizzare nuove aperture in tutto il Paese creando nuovi posti di lavoro”.

Per Alice Pizza il 2023 dovrà dunque essere la prosecuzione del 2022, anno che ha fatto registrare numeri molto positivi. Solo l’anno scorso l’azienda ha inaugurato 25 nuovi punti vendita, superando i 100 milioni di euro di fatturato e raggiungendo i 6,3 milioni di chilogrammi di pizza distribuiti in un intero anno. 

Una delle novità strategiche di quest’anno riguarda invece l’avvicinamento di Alice Pizza al mondo travel, con l’apertura di punti vendita nei luoghi di passaggio e di viaggio di migliaia di potenziali consumatori: giovedì 13 aprile, infatti, Alice Pizza apre un nuovo store all’interno della Stazione Garibaldi di Milano, mentre nei prossimi mesi saranno previste le aperture in una delle più importanti stazioni italiane, la Stazione Termini di Roma e in uno dei più importanti aeroporti italiani, l’Aeroporto di Malpensa.

“Il costante sviluppo della nostra azienda ci permette ogni anno di introdurre nuovi collaboratori e offrire loro non solo una valida opportunità lavorativa, ma soprattutto una possibilità di crescita personale e professionale - afferma ancora Baitelli. Per sostenere lo sviluppo e l’apertura di nuovi punti vendita, lavoriamo su diversi aspetti che ci hanno permesso di stimolare al massimo le persone: il clima aziendale, la formazione e il welfare, e in tal senso abbiamo anche introdotto meccanismi incentivanti per tutti i ruoli presenti negli store. Per esempio le 200 nuove figure che prevediamo di assumere quest’anno dovranno ricoprire diversi ruoli utili alla gestione del punto vendita: si tratta di pizzaioli, addetti alla vendita e store manager. Come sempre i nuovi collaboratori saranno inseriti in un percorso di formazione continua per offrire, a tutti la possibilità, nel giro di pochi anni, di svolgere professioni ancora più centrali per l’azienda. Per molti dei nuovi assunti la formazione passerà soprattutto dalla frequentazione delle due Accademie di Alice Pizza, a Roma e a Milano, dove potranno imparare i segreti del mestiere del pizzaiolo”.

In più c’è la possibilità legata all’espansione sul mercato estero, dove Alice Pizza conta per ora solo piccole presenze. La strategia dell’azienda italiana, anche in questo caso non è quella di posizionare una sorta di bandierina nei vari luoghi “conquistati”, ma come per l’Italia saturare il mercato di una città in un determinato continente con risultati e numeri importanti. Per questo motivo restano aperti diversi canali esteri che proprio nei prossimi mesi potrebbero concretizzarsi. 

TAG: APERTURE,ASSUNZIONI,ALICE PIZZA,CLAUDIO BAITELLI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/07/2024

Surgital sempre più a trazione green: nel piano industriale 2023-2025 sono stati destinati 20 milioni di euro all’ammodernamento degli impianti e delle strutture presso lo stabilimento di...

17/07/2024

L'appuntamento è per giovedì 18 luglio, dalle ore 18:00, presso Ditta Artigianale a Firenze. In agenda c'è lo Shh Party, evento organizzato insieme all’Associazione Duepunti che prevede che...

17/07/2024

Dopo Milano e Roma adesso tocca a Porto Cervo. El Porteño aggiunge un nuovo tassello alla suaofferta di alta ristorazione in stile argentino già presente nelle due città (quattro e...

16/07/2024

Un formato nuovo di zecca, capace di soddisfare tutte l più recenti necessità in termini di sostenibilità. Ma non solo, perché la J.Gasco Indian Tonic in lattina da 150 ml, ultima arrivata nella...

 


Una soluzione di filtrazione ad alte prestazioni in grado di soddisfare le esigenze principali nelle cucine professionali quando si parla di vapore e lavaggio. Si chiama BRITA...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top