La Spaziale svela la nuova compatta

Prima di altri, La Spaziale ha rivolto l’attenzione al monoporzionato e alla forte attrattiva che questo mercato riscuote anche per il fuori casa. Per questo tutte le macchine della gamma possono essere adattate all’erogazione di caffè monoporzionato. Con la semplice sostituzione del portafiltro e delle doccette, qualsiasi La Spaziale può erogare il caffè con cialde e capsule.

La SpazialeOggi l’azienda di Bologna lavora su un prototipo ancora più avanzato e al passo con le richieste del mercato, in particolare di quello estero e dei clienti basso- consumanti del settore ho.re.ca. (ristoranti, alberghi, pasticcerie). L’innovativo prototipo, che verrà presentato in esclusiva allo stand La Spaziale a Host, rappresenta lo studio di un sistema altamente flessibile e di massima operatività. La nuova proposta si inserisce nella linea di macchine compatte che, tuttavia, si adattano al contesto bar, caffetteria, ristorazione poiché consentono l’erogazione di più tazze contemporaneamente e un utilizzo, di fatto, professionale.

Il nuovo concept prevede la compatibilità con diversi formati di capsule e un sistema di espulsione diretta della capsula dopo l’erogazione, come alternativa all’uso manuale del portafiltro.

La Spaziale
La Spaziale S.p.A. è stata fondata nel 1969 da persone con una esperienza realizzata sin dal 1947 nel settore delle Macchine per Caffè Espresso, dando vita ad un prodotto basato sulla qualità e l’innovazione. Oggi l’azienda continua a credere nei concetti originari, conservandone intatta la filosofia ed applicandosi quotidianamente per garantire un elevato livello qualitativo in tazza, attraverso soluzioni tecniche sempre innovative. Il primo stabilimento aperto a Bologna nel 1969 è stato integrato successivamente da un nuovo complesso industriale su una superficie di oltre 6000 metri quadri.