La margherita non piace più agli inglesi: in Uk chiudono le pizzerie

Nel Regno Unito, negli ultimi mesi, hanno chiuso 117 pizzerie – la maggior parte delle quali appartenenti a famose catene come Strada e Carluccio – e tante altre stanno per fermare i battenti. Come mai? Forse agli inglesi non piace più il tipico piatto italiano?

La ragione non pare questa, ma va ricercata in un mix di fattori, come ben spiegato dal sito QuiFinanza. Il primo: da quando è uscita dall’Unione Europea, l’Inghilterra stia vivendo un periodo di forte crisi economica. Le grandi catene che servono pizza non ne sono uscite indenni, e molte sono state costrette a chiudere o a investire in Paesi dove il commercio è più redditizio.

Si deve poi considerare la proliferazione di pizzerie indipendenti e che usano solo materie prime di qualità nel fare la pizza. Rispetto agli anni passati, infatti, si denota in tutta Europa una maggiore attenzione a quello che si mangia e si mette in tavola. E le pizzerie indipendenti, che non fanno parte di catene e non sono associate alla logica del fast food, stanno scampando alla moria generale. Insomma, saranno anche più povere, ma le persone preferiscono mangiare meno ma meglio, piuttosto che tanto e spendere poco.

C’è infine da dire che la maggior parte delle catene che sta entrando in crisi non è di provenienza italiana. Molte di loro hanno nomi che hanno a che fare con il nostro Paese, ma sono gestite da aziende che – ad esempio – hanno sede a Dubai. Insomma, a essere in crisi, in realtà, non è proprio la pizza in sé, ma l’overdose di offerta a buon mercato che c’è in Inghilterra.