Indagine InfoJobs: a pranzo 4 italiani su 5 vogliono la pasta

La pasta prima di tutto. Cucinata da sé o da altri, spaghetti o maccheroni sembrano essere il piatto perfetto per il pranzo degli italiani. Lo dice un’indagine di InfoJobs che, in occasione del World Pasta Day, ha realizzato un’indagine su oltre 1.500 lavoratori, per approfondire abitudini e curiosità sulla pausa pranzo e su come la vivono i lavoratori italiani.

Secondo la survey, il 78,8% degli intervistati non sceglierebbe nessun altro piatto per il break di metà giornata, perché veloce da preparare e talmente versatile da non stancare mai. Ed è una vera abitudine per la maggior parte dei lavoratori, che la scelgono ogni giorno (42,6%), mentre il 32,4% la vede come un’opzione da concedersi ogni tanto e il 17,5% la preferisce nel weekend probabilmente per dedicarsi a pieno alla degustazione del proprio piatto preferito. Una piccola ma interessante percentuale (7,5%) evidenzia anche l’entrata nei menu degli italiani di pasta senza glutine e/o di farine particolari come legumi o di grano più o meno raffinato.

Più in generale, prosegue l’indagine, smart working o no, quello che non è cambiato negli ultimi tempi è che gli italiani possono rinunciare alla pausa, ma non al pranzo. Il 44,7% pensa in primis a staccare e mangiare con calma, godendosi un po’ di relax prima di tornare al lavoro. Anche i workaholic (23,8%) chini sul fatturato non rinunciano a mangiare qualcosa di pratico e veloce; stesso discorso per chi non si stacca dal pc e ne approfitta per organizzare impegni personali e familiari (22,2%).