Expo Milano 2015, il calciatore Giuseppe Rossi: “Sono goloso di Nutella”

    A04O7777_1Una giornata interamente dedicata a Expo Milano 2015 per Giuseppe Rossi, famoso calciatore della Nazionale italiana e della Fiorentina. L’atleta, di origini americane, in visita al sito espositivo con la famiglia, si è lasciato affascinare dal padiglione Zero e da quello degli Stati Uniti, facendo tappa a Save the Children, Spagna, Austria, Corea del Sud e Palazzo Italia.

    “Qui l’atmosfera è fantastica e mi sto divertendo parecchio”, ha detto Pepito Rossi (nella foto di Daniele Mascolo). “Tutti me ne avevano parlato con toni entusiastici e ora mi rendo conto che effettivamente si tratta di un luogo speciale”.

    L’ex giocatore di Manchester United, Villarreal e Parma riconosce al tema espositivo una notevole importanza: “Una sana e corretta alimentazione è fondamentale per condurre una vita equilibrata. Mangiare bene deve essere un obiettivo di tutti, non solo degli sportivi”. E i gusti alimentari di Rossi tradiscono un feeling particolare con i piatti della tradizione mediterranea: “Amo la pasta e la pizza, in famiglia non ne possiamo fare a meno. Senza dimenticare la classica bistecca alla Fiorentina, in onore della mia squadra di calcio…”. E quando si vuole concedere uno “strappo” alla regola, Rossi non ha dubbi: “Sono goloso di Nutella”.

    A04O7763_1La full immersion di Pepito e famiglia a Expo Milano 2015 terminerà con la visione dello spettacolo “Alla Vita!” del Cirque su Soleil. Giuseppe Rossi (Teaneck, primo febbraio 1987), è un calciatore italiano, attaccante della Fiorentina e della Nazionale italiana. Considerato uno dei maggiori talenti calcistici italiani della sua generazione, è stato soprannominato Pepito da Enzo Bearzot per via delle caratteristiche simili a Paolo Rossi, il cui soprannome era Pablito. Ha segnato all’esordio in Premier League, Serie A e Primera División. È primatista di reti (21) con il Villarreal nelle competizioni calcistiche europee e con la Nazionale italiana alla Confederations Cup (2, a pari merito con Daniele De Rossi e Mario Balotelli).