spirits

01 Luglio 2024

Consorzio del Vermouth di Torino, gli Stati Generali fanno il punto su certificazioni ed etichettature


Consorzio del Vermouth di Torino, gli Stati Generali fanno il punto su certificazioni ed etichettature


Hanno parlato di certificazioni ed etichettature gli Stati Generali del Consorzio del Vermouth di Torino, riunitisi lo scorso 28 giugno. Per l'occasione Roberto Bava e Pierstefano Berta, rispettivamente presidente e direttore, hanno delineato un quadro preciso degli obiettivi raggiunti in campo nazionale e internazionale. 

Si è discusso delle indicazioni sui recenti aggiornamenti relativi al Piano dei Controlli, del Marchio di Certificazione ottenuto negli Stati Uniti d'America, che permette di proteggere e controllare rigorosamente la denominazione "Vermouth di Torino IGP" oltreoceano, e dell'etichettatura che prevede l’apposizione del logo dell’Unione Europea e del MASAF.

La denominazione “Vermouth di Torino” costituisce un’eccellenza del Piemonte, mostra un legame indissolubile con il territorio, fornisce maggiori garanzie ai consumatori con un livello di tracciabilità e di sicurezza alimentare molto più elevato rispetto a prodotti che non hanno questa denominazione.

il presidente Bava consegna il diploma a Pauline Rite Rosail presidente Bava consegna il diploma a Pauline Rite Rosa

Rispetto al mercato invece, Bava e Berta hanno presentato dati che mostrano ancora in crescita la richiesta e il valore del Vermouth di Torino, al quale vengono riconosciuti particolari pregi dai consumatori. Questo è anche un riflesso delle moltissime attività di promozione organizzate in tante parti del mondo come il Mediterranean Aperitivo,  progetto partito nel 2022 che si è tenuto in Regno Unito, Stati Uniti e Canada. I momenti principali sono stati ripercorsi per l'occasione dalla manager del progetto, Pauline Rita Rosa. 

Nella seconda parte della giornata, nelle cantine della Banca del Vino, presso l’Agenzia di Pollenzo, si è tenuto un seminario sul Vermouth di Torino dedicato a giornalisti e operatori internazionali. In questa occasione sono stati nominati i nuovi “Ambasciatori ed Educatori del Vermouth di Torino”, un riconoscimento rivolto a persone che lavorano a vario titolo con passione e competenza per la conoscenza e l’apprezzamento di questo prodotto. 

A ricevere lo speciale diploma di ambasciatori Mariuccia Roggero Ferrero e Diego Crippa, importanti chef canellesi, Sergio Nodone, ambasciatore presso i Cavalieri del Tartufo di Alba, oltre agli “Ambasciatori Educatori” Pauline Rita Rosa, Myles Cunliffe e Samuel Boulton che hanno gestito diversi seminari negli eventi internazionali del Consorzio.

Per quanto concerne infine gli appuntamenti, alla fiera londinese IMBIBE seguirà a fine mese un seminario professionale curato dal Consorzio al forum di Tales of the Cocktail, a New Orleans negli States.

TAG: VERMOUTH DI TORINO

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

15/07/2024

A dieci anni dalla nascita e con diversi riconoscimenti nazionali e internazionali all'attivo, 50 Kalò raddoppia e apre una nuova pizzeria in Piazza della Repubblica, a Napoli. Concepita da Ciro...

12/07/2024

Meno del 10% delle imprese italiane della ristorazione utilizza un sistema di ordini e pagamenti integrato a supporto del proprio business. L'obiettivo è ridurre tempi di attesa e...

12/07/2024

A settant'anni dalla scomparsa avvenuta il 13 luglio 1954 il drinksetter di Anthology by Mavolo Riccardo Campagna omaggia Frida Kahlo con il cocktail Colibrì.

12/07/2024

Si chiude sostanzialmente in pareggio, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, il primo semestre del 2024 per il Pinot Grigio del Nordest, con un volume pari a circa 900mila ettolitri e...

 


Una soluzione di filtrazione ad alte prestazioni in grado di soddisfare le esigenze principali nelle cucine professionali quando si parla di vapore e lavaggio. Si chiama BRITA...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top