Da Caffè Borbone la cialda 100% amica dell’ambiente

Ora anche la cialda del caffè è 100% “amica della natura”. O almeno lo è l’ultima novità di Caffè Borbone, che rappresenta un upgrade della cialda compostabile dove l’incarto è completamente riciclabile, perché realizzato prevalentemente in carta, il più nobile dei materiali dal punto di vista ecologico.

Primi ad aver immesso sul mercato la cialda compostabile, Caffè Borbone che da sempre coniuga tecnologia, eco-sostenibilità e tradizione, ha fatto un nuovo e ulteriore passo verso l’ambiente grazie alla cialda compostabile con incarto riciclabile 100% amica della natura. Al filtro in carta, che rende la cialda smaltibile nell’umido e quindi compostabile, certificata CIC (Consorzio Italiano Compostatori), e alla scatola in cartone che prevede la certificazione FSC (il marchio della gestione forestale responsabile), si aggiunge l’utilizzo di un incarto primario, riciclabile nel contenitore della carta, certificato Aticelca (associazione dei tecnici cartari italiani).

Un prodotto che è stato apprezzato sin da subito e che ha incontrato il gradimento di 12mila consumatori italiani, sempre più attenti al gusto e all’ambiente, che hanno valutato  la cialda compostabile con incarto riciclabile 100% amica della natura “Eletto Prodotto dell’Anno 2021”, un premio basato su due parametri: innovazione e soddisfazione dei clienti. Caffè Borbone consegue anche la Menzione Speciale alla Sostenibilità, riconoscimento che ha l’obiettivo di valorizzare i grandi traguardi raggiunti dalle aziende e rivolto solo a una rosa di 10 prodotti e servizi che durante l’anno si sono distinti nell’ambito della sostenibilità.

“Questo nuovo riconoscimento non può che riempirmi di gioia e spingermi a pensare che la direzione intrapresa dall’azienda sia quella giusta”, commenta Massimo Renda, Presidente esecutivo di Caffè Borbone. “Per noi l’impatto ambientale è importantissimo: siamo di fronte a un percorso che si innesta perfettamente nella nostra filosofia, la quale pone sempre al centro qualità, tradizione e origini. Essere sensibili ai temi che riguardano la sostenibilità non deve essere inteso come una scelta ma come un naturale presupposto di chi ha la responsabilità di “fare impresa” perché è l’espressione del rispetto rivolto alle generazioni presenti e future”.