I coffeebooks di Bazzara anche in lingua russa

La Federazione russa è già da tempo fra le rotte principali dell’export italiano. Centosessanta milioni di consumatori, una classe media in espansione e una distribuzione delle importazioni che negli ultimi dieci anni ha registrato un fortissimo incremento nella fascia di prezzo alta e molto alta, fanno della Federazione Russa, nonostante le vicissitudini politiche, uno dei mercati più appetibili per gli esportatori italiani.

In questo quadro, i numeri del settore caffeicolo rappresentano una grande opportunità per le aziende nostrane coinvolte nella filiera. Il mercato del caffè, infatti, raggiunge ormai volumi più che ragguardevoli. La crescita, iniziata a partire dall’inizio del nuovo millennio, è straordinaria: secondo l’Ico – International Coffee Organization – i consumi russi sono più che raddoppiati dal 2000 a oggi. Nel 2015 i russi hanno consumato 132.000 tonnellate di caffè (Fonte RosChajKofe) e il fatturato del caffè tostato importato ha generato un fatturato di 142 milioni di dollari. In totale il turnover del mercato del caffè in Russia supera il miliardo di euro.

coffeebooks_tsexpoProprio questi dati, uniti ad un panorama della stampa specializzata non ancora in grado di soddisfare la domanda di esperti ed appassionati, hanno convinto i fratelli Bazzara a lanciare il progetto che ha dato alle stampe i due best seller “La filiera del caffè espresso” e “Cappuccino italiano Latte Art” in edizione bilingue italiano-russo. Presentati in ottobre alle due principali fiere del settore Ho.Re.Ca quali il PIR di Mosca e la Triestespresso Expo di Trieste hanno subito riscontrato un notevole interesse da parte di baristi, assaggiatori, torrefattori, professionisti e appassionati di caffè provenienti da diversi mercati russofoni.

Numerosi gli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione di questa nuova avventura editoriale dei fratelli Bazzara. Fra questi Gruppo Cimbali e RUCTIE -la fiera internazionale su caffè e tè di Mosca; Aziende Riunite Caffè; BWT Water & More; Club house; Petroncini; Pulycaff; Cappellini caffè; Icoperfex; Fiorenzato; Umami Camp; Imat; Krupps; LF Ricambi; Metallurgica Motta; Neon Consulting. Una menzione particolare merita la Mumac Academy del Gruppo Cimbali, main sponsor del progetto. I libri dei fratelli Bazzara sono utilizzati da anni come strumento didattico all’interno dell’ Academy del Gruppo Cimbali e questa nuova edizione russa è stata recepita come un ottimo modo per trasmettere la cultura del caffè di qualità in un paese che per il gruppo milanese è storicamente importante e che conserva ancora un grande potenziale.

www.bazzara.it