Caffè Corsini presenta la campagna I Love Lions

L’80% di leoni in meno in Africa, da 200 mila a 30 mila, nell’arco di 40 anni, a causa del bracconaggio, della caccia legale e dell’antropizzazione dei territori: sono gli ultimi dati diffusi dall’organizzazione ambientalista IUNC (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) sul drammatico declino del “re della foresta”, simbolo di virtù e qualità positive in molte culture.

Per sensibilizzare al tema e contrastare la possibilità che l’animale scompaia nell’arco di 10-15 anni, Caffè Corsini, azienda leader nel settore del food and beverage, in collaborazione con l’agenzia Aria Adv, e con il patrocinio di National Geographic Italia, lancia la campagna I Love Lions, in occasione di “The State of the Union”, conferenza internazionale che si terrà dal 5 al 7 maggio a Firenze, promossa dall’Istituto Universitario Europeo.

timthumbIl progetto vedrà, nei prossimi mesi, la diffusione di uno “short movie”, legato a una raccolta fondi internazionale destinata all’associazione no profit Wildlifedirect, organizzazione non-governativa, fondata nel 2005 da Richard Leakey, impegnata nel proteggere il patrimonio della fauna selvatica come un importante patrimonio globale.

Il cortometraggio cercherà di affrontare e raccontare il problema in maniera poetica, per generare un’emozione forte, spiegando come l’unico essere che minacci il leone, l’uomo, sia anche l’unico in grado di aiutarlo. Uno speak off internazionale e l’utilizzo di musica d’autore su immagini fortemente evocative, saranno le caratteristiche principali dell’opera, che avrà il compito di far riflettere la comunità su quale sia il rischio reale in Africa, se non si interviene in maniera concreta.

I Love Lions nasce da un’idea di Michele Pecchioli, comunicatore, fotografo e fotoreporter; tra le collaborazioni, figurano quelle, importanti, con Giò Pomodoro per la Biennale di Venezia, Jannis Kounellis, Milo Manara, Andrzej Dragan, Paolo Sorrentino, Tiziano Terzani, solo per citare qualche nome. All’iniziativa, sarà correlata una donazione legata alla vendita dei prodotti della linea “Kenya” di Caffè Corsini.

«L’idea nasce dalla volontà di restituire qualcosa alla terra d’origine del caffè, l’Africa – dicono gli organizzatori – Siamo aperti ad accogliere qualsiasi partner, che abbia voglia di fare con noi questo cammino di sensibilizzazione».

www.caffecorsini.it