Bruno Barbieri: Barman, dovete conoscere anche il vino VIDEO

Accolto con calore e affetto dal pubblico, lo chef Bruno Barbieri è stato la special guest della manifestazione Di Gavi in Gavi, l’evento giunto alla quarta edizione organizzato dal Consorzio Tutela del Gavi nel piccolo borgo medioevale di Gavi per promuovere questo grande e storico vino bianco piemontese e far conoscere i numerosi abbinamenti cui si presta: dal pesce alle vellutate di verdure, fino alle carni bianchi.

di gavi in gavi IN BASSAMa torniamo a Bruno Barbieri. Al popolare giudice di MasterChef domenica 28 agosto è toccato il compito di selezionare i migliori piatti di cucina tipica del territorio preparati dalle casalinghe degli 11 comuni della denominazione Gavi e di decretare i vincitori. Noi di Mixer c’eravamo. Ne abbiamo approfittato per fargli qualche domanda tra una degustazione e l’altra.

Oggi lo chef è…?
Un messaggero a tutto tondo. Mi spiego: lo chef deve raccontare la storia dei prodotti e del territorio, ma deve essere anche in grado di raccontare se stesso.

Chef si nasce o si diventa?
Non ho dubbi. Chef si nasce. La scuola e la pratica non sono sufficienti per emergere in assenza di un vero talento per la cucina.

di gavi in gavi IN BASSA 4In molti scommettono che i barman prenderanno il posto degli chef in tv. Che cosa ne pensi?
Sono d’accordo. I barman, alla stregua dei cuochi, quando lavorano , fanno spettacolo e quindi affascinano. Inoltre, tra i giovani oggi i drink piacciono molto. Non a caso nel mio Fourghetti di Bologna il protagonista assoluto del locale è il bancone, dietro cui lavorano a vista non  solo gli chef, ma anche i barman. Ormai il cliente preferisce andare in un locale ibrido, un posto dove poter cenare, ma anche bere un cocktail o un buon vino. Ecco perché un barman non può più limitarsi a sapere miscelare bene, deve anche avere conoscenza dei vini per potere soddisfare una clientela più variegata.

Ma non è tutto. Come potevamo farci sfuggire l’occasione per video intervistarlo in esclusiva?! I temi? Dal perché vale la pena diversificare l’attività di chef al bilancio dei primi mesi di attività del suo bistrot cocktail bar Fourghetti, aperto a giugno a Bologna. Passando per tv e Gavi.