birra

03 Aprile 2024

A Siena rinasce la birra Bader. Ma c'è spazio anche per un Beerstrò


A Siena rinasce la birra Bader. Ma c'è spazio anche per un Beerstrò


Dopo circa novant'anni di inattività, su iniziativa dell'imprenditore senese Marco Cheli rinasce la birra Bader. A crearla, nella seconda metà dell'Ottocento, fu Wilhelm Bader, un tedesco originario di Wittenbergh, in Sassonia, che sfruttò ingegnosamente l'acquedotto medievale della città di Siena per ottenere una pils.

Bader arrivò nella Città del Palio nel 1876 come specialista del metodo Pilsner, chiamato da un affarista del posto per rilevare un birrificio che stava navigando in cattive acque, e portò con sé il know how della classica birra ceca fermentata a basse temperature. Ritrovò proprio in quel birrificio le condizioni ottimali per produrre il suo "birrone stile Monaco o Vienna". Ciò fu reso possibile sfruttando il freddo del sottosuolo grazie all'accesso diretto ai "bottini", ossia l'acquedotto medievale senese che scorre sotto la città e dove recentemente è stata ritrovata una bottiglia di birra Bader.

Alla sua morte Wilhelm Bader lasciò l'attività in mano al figlio Adolfo, ma purtroppo anche lui passò a miglior vita poco dopo. La moglie, prima di abbandonare la città, decise di vendere tutto a una società che mantenne il nome del fondatore. La Guglielmo Bader Società Anonima andò avanti fino al 1938, anno in cui venne dichiarato il fallimento contestualmente alla grossa crisi del grano che spazzò via la maggior parte dei birrifici italiani.

Non succede più nulla per decenni e il marchio viene inghiottito dall'oblio. "Poi, per caso, mi imbattei in una vecchia foto di fine Ottocento dove la scritta ‘Birra Bader’ si stagliava sul tetto di chiosco in ghisa in perfetto stile Liberty, con lo sfondo di una basilica senese - spiega Cheli. "Decisi di approfondire la questione, e una visita all'Archivio di Stato mi aprì un mondo”.

L'imprenditore, che aveva avuto l'idea in epoca pre Covid di dare vita a un brand  di birra a bassa fermentazione per differenziarsi dalla quasi totalità dei numerosi birrifici artigianali presenti sul territorio toscano, ha riportato in vita il birrificio Bader aprendo, nel contempo, un locale che gli consente di raccontare la storia della birra senese.

Nel fondo che ospitava una vecchia farmacia è nato così il Birra Bader Beerstrò, locale dall'atmosfera bohémien – tra stampe antiche e cimeli di fine Ottocento, dalle bottiglie ai sifoni originali – dove è possibile assaggiare le cinque classiche a marchio Bader. Ad accompagnare le birre sono panini gourmet che prendono il posto degli hamburger e classici piatti della cucina toscana e bavarese, dallo stinco ai wurstel.

“Alle quattro tipiche bavaresi (Pilsner, Weizen, Schwarzbier e Dunkel) stiamo per aggiungere una novità, una Ipa a bassa fermentazione che strizza l’occhio a un target giovanile” conclude Cheli. 

TAG: BIRRA BADER,MARCO CHELI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/07/2024

Surgital sempre più a trazione green: nel piano industriale 2023-2025 sono stati destinati 20 milioni di euro all’ammodernamento degli impianti e delle strutture presso lo stabilimento di...

17/07/2024

L'appuntamento è per giovedì 18 luglio, dalle ore 18:00, presso Ditta Artigianale a Firenze. In agenda c'è lo Shh Party, evento organizzato insieme all’Associazione Duepunti che prevede che...

17/07/2024

Dopo Milano e Roma adesso tocca a Porto Cervo. El Porteño aggiunge un nuovo tassello alla suaofferta di alta ristorazione in stile argentino già presente nelle due città (quattro e...

16/07/2024

Un formato nuovo di zecca, capace di soddisfare tutte l più recenti necessità in termini di sostenibilità. Ma non solo, perché la J.Gasco Indian Tonic in lattina da 150 ml, ultima arrivata nella...

 


Una soluzione di filtrazione ad alte prestazioni in grado di soddisfare le esigenze principali nelle cucine professionali quando si parla di vapore e lavaggio. Si chiama BRITA...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top