Assobibe: ddl Bilancio, governo faccia un passo indietro su sugar tax

Assobibe interviene nella discussione sul ddl Bilancio per chiedere al governo di fare un passo indietro sulla cosiddetta Sugar tax. Dice il Presidente dell’associazione, Giangiacomo Pierini: “Il premier e il Pd sostengono nuova tassa nel 2021? Le imprese chiedono coerenza negli sforzi del governo per ridurre i danni economici e sociali di questa dannata pandemia”.

Poi continua: “E’ evidente che purtroppo non saranno sufficienti pochi mesi a ritrovare la normalità nei canali di vendita legati al turismo e ai consumi fuori casa. Una tassa voluta dal M5s quando il Covid era sconosciuto, su cui imprese, agricoltura, commercio e lavoratori hanno chiesto un ripensamento in attesa dell’auspicata normalità”.

Pierini nota che “nei prossimi tre giorni si verificheranno le scelte del premier e del Pd in Commissione Bilancio. Speriamo siano in sintonia con le forze politiche che hanno già manifestato attenzione su questa Sugar tax (Iv, FI, Lega, FdI), anche in ragione degli effetti sul territorio e sulla filiera del made in Italy. Il premier Conte intervenga su una tassa che colpisce prodotti con e senza zucchero, umilia gli investimenti delle aziende impegnate a tagliare del 22% le calorie immesse in consumo. La Sugar tax, a differenza della Plastic tax, non è stata dimezzata né modificata per favorire una transizione. Colpisce anche i prodotti senza zucchero”.