bar

01 Marzo 2012

Il Commercialista. Le riscossioni

di Walter Pugliese


La Manovra Monti ha previsto due importanti novità in tema di riscossione: la concessione di ulteriore “rateazione alla rateazione” concessa per le somme iscritte a ruolo e l’abolizione della garanzia per “avvisi bonari” e debiti da “controlli formali”.

La “rateazione
della rateazione”
I contribuenti a cui Equitalia ha concesso la possibilità di rateizzare il debito e sono in regola con i pagamenti, potranno chiedere di allungare il piano di rateazione previa istanza da presentare al Concessionario e dimostrando la propria difficoltà a pagare a seguito del peggioramento della propria situazione economica.
In pratica, i contribuenti che beneficiano di un piano di dilazione, purché non decaduti dal beneficio della rateazione (ossia non abbiano omesso di pagare la prima rata o due rate successive del piano concesso), potranno chiedere, per una sola volta, l’allungamento del piano fino ad un massimo di ulteriori 72 mesi e il ricalcolo delle rate in modo crescente di anno in anno, anziché a rata costante.
è necessario che essi possano dimostrare il peggioramento della propria situazione economica:
a) per gli importi fino a 5.000 euro, con una semplice istanza motivata;
b) per gli importi superiori a 5.000 euro:
• se Persona Fisica o Ditta Individuale: presentando un ISEE “peggiorativo”;
• se Società o Altro Soggetto: una situazione economico-patrimoniale aggiornata con indice di liquidità peggiorato.
Ricordiamo che in caso di (decadenza) mancato pagamento della prima rata o di due successive:
• si decade dal beneficio della rateazione;
• l’importo restante e iscritto a ruolo diventa riscuotibile in unica soluzione;
• il carico residuo non potrà più essere rateizzato in futuro.

Per le dilazioni concesse fino al 28/12/2011 (data di entrata in vigore della Manovra Monti) e interessate dalla decadenza, potranno fruire della proroga fino a 72 mesi se comprovano il “temporaneo peggioramento” della situazione di difficoltà posta a base della prima dilazione.

Novità per gli Avvisi Bonari
e debiti da Controlli Formali
Scompare la garanzia per la rateazione delle somme a seguito di controlli automatici (“Avvisi Bonari”) e Controlli Formali delle Dichiarazioni, qualora l’importo delle rate successive alla prima è superiore a 50.000 euro.
Ad oggi quindi il dovuto può essere pagato, senza garanzie, in massimo 6 rate trimestrali che diventano 20 per i debiti superiori a 5.000 euro.
L’importo della prima rata dev’essere versato entro 30 giorni dalla ricezione della comunicazione. Sono previsti gli interessi sulle rate successive.
Se non si paga la prima rata o una delle successive, si decade dalla rateazione con iscrizione a ruolo del debito residuo, oltre a sanzioni ed interessi.
Il contribuente se non paga una rata diversa dalla prima, potrà fruire del ravvedimento operoso sanando entro il termine della rata successiva.
Altrimenti il Fisco iscriverà a ruolo la sanzione (30%), oltre agli interessi.
Le citate misure sono da considerare molto importanti per gli operatori che, soprattutto in questo periodo di crisi, beneficeranno di questo segnale di apertura del Fisco.

TAG: LAVORO,ECONOMIA,CAFFè DIEMME

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

27/01/2023

Il 10 febbraio i Rolling Stones pubblicheranno “GRRR Live!”, album che riproporrà le hit della loro leggendaria carriera in versione dal vivo. Nell’attesa, la rubrica Drink Week vi propone...

27/01/2023

Seconda Sabatini Gin Night con Panino Giusto per l’inaugurazione del nuovo locale in zona Bocconi a Milano. Mattia Lotti, brand ambassador di Sabatini, ha proposto per l’occasione una speciale...

27/01/2023

Grazie alle sue caratteristiche peculiari, il Morellino di Scansano è l’abbinamento perfetto per molti piatti della tradizione culinaria italiana e non solo. Perfetto per accompagnare ricette...

27/01/2023

Urbani Tartufi e Slow Food Editore presentano “Le stagioni del Tartufo”, il libro che ripercorre i 170 anni di storia della grande azienda umbra che ha conquistato il mondo con il prestigioso...

 

Iscriviti alla newsletter!

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

BRAND POST

Ormai da diversi anni il fenomeno dello street food domina le tendenze del settore gastronomico italiano. Tra sperimentazione culinaria e riscoperta delle tradizioni locali, il suo successo ha...


I LUNEDÌ DI MIXER

Nuovo appuntamento con I Lunedì di Mixer.  Questa volta siamo a Medolla (Modena), e siamo ospiti di Menù, impresa leader nella produzione di specialità alimentari destinate alla...


Ultimo appuntamento della stagione con il business coach Pippo Sorrentino. Lo scorso lunedì, 11 luglio, ci ha parlato della composizione di un Team. In questa seconda puntata (lunedì 18 luglio)...


Dopo gli utilissimi consigli nel corso delle scorse puntate, che hanno riscosso grande successo, ritroviamo Pippo Sorrentino, Life & Business Coach, Facilitatore Certificato Lego Serious...


Nuovo appuntamento oggi, 6 giugno, con I Lunedì di Mixer. Questa volta siamo a Pavia, ospiti del BAR PASTICCERIA Gustò, dove Gianluca Malioto, titolare del locale, ci racconta com’è...


Con l'arrivo della bella stagione, complice la rinnovata libertà del post pandemia, i consumatori sono a caccia di proposte avvincenti che soddisfino il palato e regalino anche emozioni. Come fare?...


I VIDEO CORSI

Cofee Experts 2022
Cofee Experts 2021

VIDEOINTERVISTE SIGEP 2023

Le videointerviste di Mixer a Sigep 2023

Stop al caos amministrativo per i locali storici, ora tutelati da una norma Uni che prevede parametri uguali in tutte le regioni d’Italia. “È il primo passo verso un’azione di...

A cura di Giulia Di Camillo


“Senza una vigilanza attiva da parte dell’Autorità di regolazione per Energia, Ambiente e Reti sui fornitori, le misure adottate per mitigare gli effetti del caro bollette rischiano di essere...


L’obbligo di accettare i pagamenti digitali con carta e bancomat, senza incorrere in sanzioni, resta fissato a 60 euro. E' l'ultimo capitolo di una vicenda, quella del tetto per l'utilizzo del...


Stop alla sovrapposizione di norme, albi, elenchi di vario genere e al caos amministrativo. D’ora in avanti i Pubblici esercizi, che vorranno identificarsi come locali storici, potranno avvalersi...


Nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, svoltasi lo scorso 25 novembre, imprenditori e imprenditrici di Fipe-Confcommercio, hanno deciso di indossare la maglietta di Vera,...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2023 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it

Top