cocktail

03 Ottobre 2022

Jack Daniel’s, arrivano due nuovi whiskey Bottled-In-Bond

di Riccardo Sada


Jack Daniel’s, arrivano due nuovi whiskey Bottled-In-Bond

Jack Daniel’s presenta Jack Daniel’s Bonded Tennessee Whiskey e Jack Daniel’s Triple Mash Blended Straight Whiskey, le prime due novità Bonded Series del brand nato a Lynchburg, Tennessee.

Sia Bonded che Triple Mash sono Bottled-in-Bond: ciò significa che, come stabilito dal Bottled in Bond Act del 1897, un whiskey per essere “bonded” deve essere distillato da una singola distilleria durante una singola stagione, maturato in un magazzino doganale governativo per almeno quattro anni e imbottigliato a 50° gradi.

"La Jack Daniel Distillery ha prodotto american whiskey eccezionali secondo i più alti standard per generazioni, prima e dopo il Bottled in Bond Act, risalente ai giorni dello stesso Mr. Jack", ha detto Chris Fletcher, Master Distiller di Jack Daniel’s. "Bonded e Triple Mash di Jack Daniel’s sono un omaggio alla nostra tradizione, con un tocco di innovazione e artigianalità. Questi whiskey sono un’altra opportunità per i nostri amici, attuali e nuovi di esplorare e scoprire tutto ciò che Jack Daniel’s ha da offrire".

[caption id="attachment_213767" align="alignnone" width="1000"] Jack Daniels Bonded[/caption]

Jack Daniel’s Bonded è composto, secondo l’originale ricetta di Jack da: 80% mais, 12% malto d'orzo e 8% segale. Le botti sono selezionate a mano per le loro caratteristiche uniche e particolari che comprendono colore, sapore e aroma più profondi, che portano un carattere più scuro, più ricco e più legnoso al Bonded di Jack Daniel’s. Si tratta di un grande, audace Tennessee Whiskey imbottigliato a 50° gradi con note stratificate di caramello, quercia e spezie che preludono ad un finale piacevolmente persistente.

[caption id="attachment_213768" align="alignnone" width="1000"] Jack Daniels Triple Mash[/caption]

Jack Daniel’s Triple Mash è invece una miscela di tre whiskey Bottled-In-Bond: 60% Jack Daniel’s Tennessee Rye, 20% Jack Daniel’s Tennessee Whiskey e 20% Jack Daniel’s American Malt. Ognuno dei 3 whiskey viene distillato a Lynchburg, Tennessee, nella stessa stagione di distillazione, invecchiato secondo le disposizioni del Bottled in Bond Act, quindi miscelati e imbottigliati a 50° gradi. È un whiskey straordinario che può essere prodotto solo da una distilleria completa come quella di Jack Daniel’s. Il Triple Mash di Jack Daniel’s ha piacevoli note di miele, malto e quercia morbida che portano a una finitura completa a lunga durata.

Le bottiglie di Jack Daniel’s Bonded e di Jack Daniel’s Triple Mash sono ispirate al design originale della storica bottiglia del 1895.

TAG: WHISKEY,JACK DANIEL’S,CHRIS FLETCHER,JACK DANIEL’S BONDED,JACK DANIEL’S TRIPLE MASH

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

15/04/2024

Drink con il vino (e lo champagne) tra gli ingredienti base: come hanno rilevato numerose survey è questa una delle principali tendenze del 2024 della mixology internazionale sulla cui scia...

15/04/2024

Sostenibili a tavola? Un desiderio comune. Anche tra gli utenti di TheFork, l’app per la prenotazione che gestisce 20mila ristoranti in tutta Italia. Di questi, 1133 segnalano la proposta di piatti...

A cura di Anna Muzio

15/04/2024

Raddoppio a Milano per La Esse Romagnola: al ristorante di via Tortona ora si aggiunge la nuova apertura nel quartiere Isola, in via Ugo Bassi 14, ai piedi di "Primo", il building di 8.500 metri a...

15/04/2024

Italia senza vino? Quali sarebbe le conseguenze perla nostra economia? E ancora: in che misura gli allarmismi europei stanno danneggiando il comparto? Ad analizzare l'impatto in caso di un'ipotetica...

 

Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top