caffè

30 Agosto 2022

Nasce Stars Coffee, la nuova catena russa che rimpiazza Starbucks


Nasce Stars Coffee, la nuova catena russa che rimpiazza Starbucks

Con l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, molti brand stranieri hanno deciso di lasciare il paese in segno di protesta. Da luglio, i negozi Starbucks di Mosca e San Pietroburgo si sono trasformati in Stars Coffee, locali dall’attitudine profondamente slava e antiamericana. Ma ben poco è cambiato.

I 130 negozi della catena sono stati rilevati a luglio dall’imprenditore e ristoratore Pinski e dal rapper Timati. Il primo Stars Coffee di Mosca è stato inaugurato il 19 agosto in via Novy Arbat, con un restyling che ha richiesto il minimo sforzo, vista la forma pressoché inalterata: l’insegna ha conservato i colori caratteristici del marchio (verde e bianco), con l’aggiunta di una nota marrone e la sostituzione della sirena americana con una ragazza vestita del tradizionale kokochnik; ancor più conservativa è stata la scelta del nome. In proposito, il fondatore Timati commenta:

“Bucks è andato, le stelle sono rimaste”

Ma, nelle parole del rapper, l’originale è stato completamente trasformato, venendo riferito a grandi celebrità, star della gastronomia russa che hanno progettato per il cliente un servizio di qualità. Ogni prodotto, tra cui il caffè rigorosamente made in Russia, si pone sotto questo segno: trasformazione nella conservazione.

Perfino il personale non è mutato: l’80% dei dipendenti ha deciso di continuare a lavorare nei nuovi negozi.

 

Made in Russia

Si può dire che, se pure la location è rimasta la stessa, tutto è cambiato. L’operazione, infatti, è diffusa in vari contesti e ha uno scopo ben preciso: svincolarsi dai prodotti occidentali e sostenere la causa di Putin, incoraggiando l’isolamento della Russia. I due fondatori di Stars Coffee, coerentemente, sono i primi sostenitori del leader russo, in particolare Timati, la cui più famosa canzone titola “My best friend is Vladimir Putin”. 

Molte multinazionali hanno invece preso le distanze dalla condotta russa e scelto di abbandonare i negozi presenti sul territorio: tra gli altri, McDonald's Adidas, H&M, Ikea, Little Caesars e Nike. Sarà interessante scoprire come sono stati trasformati, magari sulla scia di Strars Coffee. 

TAG: RUSSIA,PUTIN,STARS COFFEE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/04/2024

Tornerà in occasione della Giornata Internazionale del Fairtrade, sabato 11 maggio, La Grande Sfida Fairtrade, campagna di sensibilizzazione che invita ad adottare buone abitudini di...

17/04/2024

Un menù degustazione pensato appositamente per celebrare il decimo anniversario del suo ristorante milanese. Si chiama “Signature 10 Anni (2014 - 2024)” la proposta di chef Andrea...

17/04/2024

Medaglia di bronzo per Old Wild West che conquista il terzo gradino del podio nella top 10 dei jewel brand italiani stilata da Kantar BrandZ, classifica annessa al Report Kantar BrandZ Top 40...

17/04/2024

Sarà una docente d'eccezione come Manuela Fensore a tenere il corso sulla latte art in programma lunedì 29 aprile dalle 9:30 alle 16:30, nella sede Altascuola Coffee Training di Caffè Milani, in...

 

Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top