ricerche

26 Luglio 2022

Fatturato in crescita del 93% per Heura, start-up di carne vegetale


Fatturato in crescita del 93% per Heura, start-up di carne vegetale

Heura, tra le aziende di carne vegetale a più rapida crescita in Europa con la missione di accelerare la transizione verso le proteine a base vegetale, ha annunciato di aver quasi raddoppiato il fatturato del primo semestre rispetto ai primi sei mesi dello scorso anno, e di essere sulla buona strada per riuscire a salvare, nel 2022, circa un milione di vite animali.

Fondata nel 2017 dagli attivisti alimentari Marc Coloma e Bernat Añaños, l'azienda ha chiuso il primo semestre del 2022 con un fatturato di 14,7 milioni di euro, in forte crescita rispetto ai 7,6 milioni di euro registrati lo scorso anno. In questo semestre, che si conferma quello di maggior successo nei cinque anni di storia della start-up, Heura ha portato a circa 18.000 i punti vendita in cui è presente - una crescita significativa rispetto ai 13.000 che contava alla fine dello scorso anno.

Nella prima metà del 2022, la start-up ha sia migliorato la sua performance all'interno della categoria, sia consolidato la sua capacità di porsi come leader della crescita nazionale del settore degli alimenti a base vegetale in Spagna. Oggi, infatti, è presente nel 65% del mercato del retail in Spagna, un risultato che le ha permesso di diventare il marchio a base vegetale più diffuso nel Paese. Heura ha, inoltre, realizzato un'espansione a livello internazionale senza precedenti in tutta Europa, diventando la start-up indipendente con il maggior numero di Paesi nel suo portafoglio. Tra i Paesi che hanno guidato una rapida crescita in tutto il continente nel primo semestre, oltre a Regno Unito, Francia e Svizzera, spicca l’Italia grazie a nuove partnership con rivenditori internazionali come Carrefour.

Marc Coloma, attivista alimentare, CEO e co-fondatore di Heura, ha dichiarato: "L'attuale sistema alimentare è danneggiato, ma oggi stiamo realmente constatando il potere che tutti noi abbiamo di accelerare il cambiamento. Non stiamo creando delle alternative alla carne animale, ma dei successori: alimenti che non sono solo gustosi, ma anche migliori dal punto di vista nutrizionale e più sostenibili. Abbiamo in mente una chiara tabella di marcia per crescere nel 2022, un percorso che si basa sull'espansione della categoria dei prodotti a base vegetale in tutta Europa, e rimaniamo concentrati sul continuare a fornire opzioni alimentari migliori alle persone di tutto il mondo.

La crescita della nostra quota di mercato nel corso del primo semestre è una chiara prova del fatto che oggi rappresentiamo una delle opzioni predilette dai consumatori. Il nostro portafoglio prodotti ha dimostrato di superare le aspettative dei clienti, ma per ottenere l'impatto a cui noi puntiamo non bastano solo un prodotto e un'azienda esemplari, occorre dare energia all'intero settore agroalimentare per trasformare la società. Con il nostro team di ricerca e sviluppo, i TechRebels, stiamo lavorando a tecnologie innovative e dirompenti che consentiranno di realizzare catene di approvvigionamento a impatto zero, permettendo all'intera industria alimentare di fare un enorme passo avanti".

Essendo un'azienda che affonda le sue radici nell'attivismo, Heura è estremamente orgogliosa dell'impatto positivo che ha avuto sull'ambiente e sul benessere degli animali in questo primo semestre. Negli ultimi sei mesi, infatti, se confrontata con le proteine tradizionali, l'azienda stima di aver risparmiato circa:

55.933.065 litri d'acqua utilizzati, l'equivalente di 22 piscine olimpioniche
3.616.637 kg di CO2*, che corrispondono a oltre 18.500 voli da Madrid a Londra
3.589.290 m2 di terreno utilizzato*, che equivale a 65 volte la dimensione dello stadio di calcio Camp Nou
Oltre 509.000 vite di polli, maiali e mucche

Poiché l’impegno dei dipendenti Good Rebel nell’essere alla guida di un cambiamento in positivo rappresenta il cuore pulsante dell’attività della start-up, in questi mesi Heura ha incrementato il suo team di dipendenti internazionali dislocati in Spagna, Francia, Italia e Regno Unito, portandoli dai 100 alla fine del 2021 a 165. Un'attenzione particolare è stata rivolta agli Heura TechRebels, il team di ricerca e sviluppo altamente qualificato dell'azienda, che solo nel primo semestre è cresciuto del 40%.

All'inizio di quest'anno, Heura ha raccolto più di 4 milioni di euro in sole 12 ore attraverso la campagna di crowdfunding Equity for Good Rebels, grazie alla quale più di 4.500 persone provenienti da tutto il mondo si sono unite alla start-up per accelerare la transizione verso le proteine a base vegetale. Circa la metà dei partecipanti aveva un'età compresa tra i 18 e i 35 anni e il 42% erano donne, un risultato che ha completamente ribaltato le logiche tradizionali degli investitori.

Heura nel secondo semestre del 2022
Proseguendo nel suo tentativo di unire sostenibilità, densità di nutrienti ed eccellenza culinaria, Heura continuerà a sfruttare la ricerca e sviluppo al fine di creare successori della carne che siano in grado di attrarre un pubblico a livello globale. Dal lancio della piattaforma Good Rebel Tech nel primo semestre, il team R&S di Heura è cresciuto in maniera rapida, stringendo partnership globali con alcune delle migliori università del mondo. Inoltre, l'azienda prevede di depositare i primi brevetti nel corso dell'anno e, nella seconda metà del 2022, punta a lanciare nuove innovazioni derivanti proprio dalla piattaforma R&S Good Rebel Tech.

L'obiettivo principale della seconda metà dell'anno sarà l'espansione internazionale, nel tentativo di contribuire alla democratizzazione del sistema alimentare. Attualmente disponibile in oltre 20 Paesi del mondo, Heura lavorerà per fare in modo che nuovi mercati, rivenditori e ristoranti abbiano accesso a deliziosi alimenti a base vegetale.

TAG: FATTURATI,BILANCI,STARTUP,CARNE VEGETALE,PLANT BASED,HEURA,MARC COLOMA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/04/2024

È Leidy Yulieth Arias Aguirre la prima finalista dell’Espresso Italiano Champion, il campionato nazionale che vede sfidarsi i migliori baristi in prove di qualità e abilità.La giovane barista di...

12/04/2024

Dalle Alpi Marittime alle giacche a vento degli atleti di sport invernali italiani: è il nuovo viaggio intrapreso da Acqua San Bernardo che ha presentato ieri ad Alba la partnership triennale con...

A cura di Anna Muzio

12/04/2024

Anche la brewery veronese Legend Kombucha rivolge l'attenzione al segmento no/low alcol e lo fa con la nuova bevanda analcolica "Contaminazioni" che presenterà attraverso il...

12/04/2024

È italiano il trionfatore della finale Global di The Vero Bartender 2024, la competizione internazionale promossa da Amaro Montenegro e ideata da Armando Testa, che si è svolta al Sympò di...

 

Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top