pubblici esercizi

08 Febbraio 2022

Discoteche, tutte le regole per la riapertura dell’11 febbraio


Discoteche, tutte le regole per la riapertura dell’11 febbraio

Se il governo non deciderà diversamente nelle prossime ore, venerdì 11 febbraio le discoteche potranno riaprire alla luce dei dati sui contagi in miglioramento e della percentuale di popolazione vaccinata. Ma con quali regole e quali limitazioni?

Al momento, nulla di preciso è ancora stato stabilito, ma sicuramente per accedere ai locali sarà necessario avere il Super Green pass, ottenibile solamente con la vaccinazione oppure dopo essere guariti dal Covid-19.

Secondo le indiscrezioni circolate in questi giorni, la capienza dei locali al chiuso sarà contingentata al 50%, che dovrebbe salire al 75% per le attività all’aperto. Inoltre, per avere accesso ai locali sarà obbligatoria la mascherina, da tenere sul viso in ogni momento tranne che per consumare cibi e bevande e - probabilmente - mentre si balla.

Per quanto riguarda invece le attività in zona bianca all’aperto, potrebbe non dover essere necessaria la mascherina, soprattutto dopo che il governo ha eliminato l'obbligo generale in questo senso. In zona gialla e arancione, invece, discoteche aperte dall’11 febbraio, con obbligo di mascherina all’aperto e al chiuso (quando non si è in pista da ballo). In zona rossa, infine, le discoteche rimarranno chiuse.

Intanto, in attesa di conoscere le decisioni dell'esecutivo, gli esercenti hanno iniziato il countdown, ma con più di un'apprensione. “Moltissimi si stanno preparando e organizzando per aprire il giorno 11 febbraio, ma allo stesso tempo molti non apriranno perché non hanno più fiducia nel Governo”, ha detto all’Ansa Gianni Indino, presidente del Silb-Fipe Emilia-Romagna.

"Alcuni gestori hanno già sperimentato sulla propria pelle la mancanza di attendibilità" del Governo, ha detto Indino. "Ci era stato detto che non avremmo chiuso per Capodanno e invece abbiamo chiuso a Natale", tante le "promesse non mantenute, le aspettative disattese". C’è però speranza che questa sia davvero la volta buona: “Io sono ottimista, come sempre”, ha aggiunto Indino. “Sono convinto che il governo farà la sua parte perché è giunto il momento di iniziare ad allontanare la paura che ci ha bloccato per due anni, e di riprenderci la nostra vita, socializzare, e chi meglio dei locali da ballo può aiutare a farlo".

TAG: CAFFè DIEMME,DISCOTECHE,GIANNI INDINO,SILB EMILIA-ROMAGNA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

15/04/2024

Drink con il vino (e lo champagne) tra gli ingredienti base: come hanno rilevato numerose survey è questa una delle principali tendenze del 2024 della mixology internazionale sulla cui scia...

15/04/2024

Sostenibili a tavola? Un desiderio comune. Anche tra gli utenti di TheFork, l’app per la prenotazione che gestisce 20mila ristoranti in tutta Italia. Di questi, 1133 segnalano la proposta di piatti...

A cura di Anna Muzio

15/04/2024

Raddoppio a Milano per La Esse Romagnola: al ristorante di via Tortona ora si aggiunge la nuova apertura nel quartiere Isola, in via Ugo Bassi 14, ai piedi di "Primo", il building di 8.500 metri a...

15/04/2024

Italia senza vino? Quali sarebbe le conseguenze perla nostra economia? E ancora: in che misura gli allarmismi europei stanno danneggiando il comparto? Ad analizzare l'impatto in caso di un'ipotetica...

 

Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top