attualità

04 Gennaio 2024

Addio ad Angelo Stoppani, da garzone di bottega a re di Peck


È scomparso all’età di 86 anni Angelo Stoppani, il ‘padre’ del regno della gastronomia di lusso Peck, che da Corticelle Pieve ha scommesso su Milano e ha poi calcato le più prestigiose piazze internazionali lavorando con sacrificio e investendo, divenendo il protagonista di una storia straordinaria.

Primo di sette fratelli, tutti maschi tra cui Lino, presidente di Fipe Confcommercio, Angelo ha iniziato a lavorare a 13 anni come garzone in una salumeria di Brescia. A 21, con i fratelli Mario (mancato nel 2021) e Remo (mancato nel 2017) si è messo in proprio, per poi rilevare una piccola attività di dettaglio alimentare in via Montepulciano a Milano. Dopo un po’, Angelo ha trascinato anche Lino e i quattro hanno venduto il negozio per comprarne uno più grande e sfidare la sorte: si sono così spostati in via Ponte Vetero, nel cuore della città meneghina.

IL GLORIOSO CAMMINO DI PECK

Angelo ha fatto il salumiere per caso. “D'altra parte – racconta Lino – ai tempi, nelle nostre zone, i ragazzi avevano due strade: lavorare nei campi o in fabbrica. Faceva tutti i giorni in bici dodici chilometri. Ogni sera la mamma gli lavava l’unica camicia bianca che aveva. Angelo ha sempre avuto grandi doti di comando, visione del mercato e grande attenzione alle persone, in particolare i collaboratori. Con il suo spirito di sacrificio e l’ambizione fortissima ci trascinava e coinvolgeva tutti”.

Lo storico e glorioso cammino di Peck è cominciato nel 1970 quando Angelo, Mario, Remo e Lino l’hanno rilevata; è stata fondata nel 1883 da Francesco Peck di Praga. La sfida, fin da subito, è stata quella di offrire un servizio di altissima qualità per battere la concorrenza, altissima a Milano: “Angelo puntava sulla enogastronomia, consolidava l'attività di catering e alta ristorazione e così facendo ha rafforzato il marchio che si è diffuso grazie a una serie di accordi commerciali fino al Giappone, Singapore, Hong Kong, Emirati Arabi e Stati Uniti”, aggiunge Lino.

LA NOMINA A CAVALIERE DELLA REPUBBLICA

Peck è arrivata a dare lavoro a oltre 130 dipendenti, con fatturati superiori ai 25 milioni di euro. Nel 2013 è stata rilevata dal gruppo di Pietro Marzotto. 

Nel 2003 Angelo Stoppani è stato anche nominato Cavaliere della Repubblica, e come racconta il fratello Lino “ne era orgogliosissimo”. Il ‘signor Peck’ era stimato da tutti: “Era una gran persona, tutta di un pezzo con grandi valori e integrità. Amava il suo lavoro, la sua famiglia e i suoi dipendenti, che a volte diventavano di famiglia”, afferma Galileo Reposo, responsabile della pasticceria Peck dal 2016 a marzo 2023.

suoi funerali si terranno venerdì 5 gennaio alle 11, nella basilica di Santa Maria presso San Satiro, in via Torino, a un passo dalla storica sede milanese. 

TAG: PECK,LINO ENRICO STOPPANI,ANGELO STOPPANI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

22/05/2024

Per il terzo anno consecutivo Warsteiner sarà la birra ufficiale del festival La Prima Estate, in calendario dal 14 al 16 e dal 21 al 23 giugno al Parco BussolaDomani di Lido di Camaiore....

22/05/2024

Là dove c’era un pub e prima un ristorante messicano e prima ancora un negozio di moto (uno di questi giorni si dovrà raccontare la storia travagliata di certi locali delle zone trendy milanesi),...

A cura di Anna Muzio

22/05/2024

Per rispondere alla crescente richiesta di ingredienti regionali nei cibi e nelle bevande, Sanbittèr crea due nuove referenze ispirate ai tipici sapori di Sicilia e Liguria, Ispirazione...

22/05/2024

Sarà interamente dedicato alla cucina sostenibile l'evento targato Rational, in calendario il 19 giugno e organizzato in collaborazione con Cooking Room Milano e Lesto Group. L'appuntamento...

 

Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top