pubblici esercizi

11 Ottobre 2023

Dehors? Si va verso la proroga del regime semplificato al 31 dicembre 2024


Dehors? Si va verso la proroga del regime semplificato al 31 dicembre 2024

Mentre si avvicina la data del 31 dicembre 2023 in cui scadrà la durata delle semplificazioni previste per la posa in opera dei dehors, sono già pronti gli emendamenti al Ddl Concorrenza per prolungare alla fien del 2024 il regime 'facilitato' sull'apertura di spazi esterni ai ristoranti. A presentarli sono stati i Senatori Nastri, De Priamo (e altri), raccogliendo il plauso di Fipe – Confcommercio.

"Se ben pensati e strutturati, i dehors rappresentano certamente un valore aggiunto per le imprese della ristorazione, ma soprattutto un elemento qualificante per gli spazi urbani - si legge in una nota -La Federazione lavora per promuovere un nuovo approccio in relazione a tali strutture, che non sono più una semplice appendice dell’attività commerciale, ma un modo nuovo di vivere la convivialità. Con l’obiettivo di contribuire a favorire un cambiamento di paradigma da pura occupazione del suolo pubblico a una vera e propria riprogettazione urbana degli spazi esterni, abbiamo chiesto già a febbraio scorso alle istituzioni di regolamentare in modo strutturale questi spazi".

L'obiettivo, prosegue la comunicazione dell'associazione di categoria, è che i "titolari di attività ed enti locali dovrebbero condividere lo stesso obiettivo, ossia promuovere uno sviluppo ordinato delle attività commerciali, riqualificando al tempo stesso gli spazi urbani e valorizzando il patrimonio architettonico, artistico e monumentale del Paese. Non dimentichiamo, inoltre, che i dehors svolgono anche un importante ruolo sociale, quali presidi di sicurezza nei vicoli e nelle vie delle nostre città. Un aspetto, questo, particolarmente apprezzato dai cittadini, che li ritengono funzionali per la convivialità e migliorativi di alcune aree particolari dei nostri centri urbani".

Come si ricorderà, in alcuni luoghi i dehors sono recentemente finiti nell'occhio del ciclone per i casi di mala movida. A Milano, ad esempio, il sindaco Sala ha recentemente annunciato che nelle zone più 'calde' della città gli spazi all'aperto die pubblici esercizi potrebbero chiudere allo scoccare della mezzanotte. Problematiche simili a Napoli dove la giunta Manfredi ha introdotto lo stop per tre anni all’apertura di nuovi bar, ristoranti nelle zone del centro storico, Chiaia e Vomero.

TAG: DEHORS,FIPE,DDL CONCORRENZA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

24/06/2024

Tutela del patrimonio regionale, della semplicità e attenzione alla stagionalità degli ingredienti: sono tutti qui gli elementi chiave del nuovo menu estivo di Daniel Canzian,...

24/06/2024

Con 3.085 tagliandi, Franco Gallamini del Bar Rita di via Ravegnana, a Ravenna, si conferma il barista più votato della provincia, come avvenuto già lo scorso anno, conquistando il primo...

24/06/2024

Si chiama Wingman la nuova session IPA del birrificio scozzese BrewDog: a caratterizzarla sono frutti tropicali, le note di pino e l’intenso aroma agrumato. Il risultato è una birra rinfrescante,...

24/06/2024

Un nuovo progetto a 360° gradi che, attraverso la ristorazione e le filiere che le girano intorno, si impegna a valorizzare il territorio di Cavallino Treporti (Ve) e della laguna di Venezia. Si...

 


Una soluzione di filtrazione ad alte prestazioni in grado di soddisfare le esigenze principali nelle cucine professionali quando si parla di vapore e lavaggio. Si chiama BRITA...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top