Musacci, Fipe: “Riperture a metà, ma siamo fiduciosi”

Matteo Musacci

Matteo Musacci, Vice Presidente FIPE e Presidente FIPE Emilia Romagna, commenta con Mixerplanet le nuove regole in vigore dal 26 aprile e fa chiarezza in merito alle riaperture e al coprifuoco.

“Siamo di fronte a una riapertura a metà. Per varie ragioni: la prima è quella legata al coprifuoco e al rimpallo tra i Ministeri. Le persone dovranno calcolare il tempo che li divide dalla loro abitazione e l’ora in cui devono alzarsi dal ristorante per fare rientro a casa. Poi c’è il tema legato all’esterno: ieri sera, per esempio, a Roma (come in tante altre località) c’era una pioggia battente, per cui i ristoranti comunque non hanno potuto lavorare. Insomma, a oggi non abbiamo una vera e propria prospettiva e non sappiamo ancora quando ci sarà davvero la possibilità di tornare a una psudo-normalità. Purtroppo, al momento tanti imprenditori del settore non hanno la fortuna di avere un dehor, oppure hanno un dehor con due/tre tavoli, quando all’interno il loro locale ne contiene 100 di coperti quindi, in questi casi specifici, la riapertura non è lontanamente prevedibile. La speranza è che questa però sia una riapertura per non richiudere. Mai più, quindi, da qui in avanti. Salvo cambi di colore di Regione, da qui in avanti i ristoranti e i bar possono rimanere aperti sempre. Ed è da qui che dobbiamo ripartire e cominciare a ri-costruire i nostri business e il nostro futuro”.