26 Giugno 2024

Il Marchese, con la nuova drink list si sale in metrò

di Matteo Cioffi


Il Marchese, con la nuova drink list si sale in metrò


Roma Milano, al bancone si viaggia a bordo della metropolitana. Itinerario del gusto all’insegna dell’amaro. Il Marchese Cocktail Bar con l’inizio di questa estate introduce una nuova drink list, dove ancora una volta la bevanda a base di erbe e spezie è assoluta protagonista.

Non stupisce questa scelta, essendo il progetto nato come format di amaro bar. Una specializzazione voluta espressamente dal due di titolari, vale a dire Davide Solari e Lorenzo Renzi. I numeri sono significativi: a Roma in bottigliera sono presenti oltre 600 diversi amari, a Milano se ne contano 380. Alla regia, in entrambe le location, c’è il Bar Manager Fabrizio Valeriani.

DERBY MILANO-ROMA

È lui l’artefice delle nuove ricette di drink. Il menu di questa estate, dunque, conta sei varianti di Amari Fizz (Camatti, Speziale, Novasalus) e quattro riletture dello spritz. Il derby dei drink Roma Milano entra poi nel vivo con i twist on classic, tutti rigorosamente a base di amaro. Una sfida a suon di fermate di metrò.

Ci si immerge nell’animo capitolino con il Paloma Valle Aurelia (Tequila Espolon, Mezcal Montelobos, Amaro Fragrante, sciroppo di rosmarino, succo di lime e soda al pompelmo rosa) e con Espresso Ottaviano (Rum Santa Teresa 1796, Amaretto Adriatico, Amaro Neri Chinotto e Menta Selvatica, sciroppo di zucchero e caffè espresso).

Roma miscela, Milano risponde con San Babila Julep (Bourbon Wild Turkey 101, acqua, Apricot Brandy Bitter True, Amaretto Adriatico, Dash Rabarbabaro Bitter e foglie di menta), così come non si è voluto dimenticare uno storico ‘errore’ che ha reso noto il capoluogo lombardo anche in tema di miscelazione e, per l’occasione, il Marchese ha ideato il Loreto Sbagliato Campari Bitter, Vermouth Cinzano 1757, Amaro Braulio, Franciacorta e Bitter Angostura.

Le novità al banco si completano con un tris di ‘luxury cocktails’, rispettivamente delle rivisitazioni del Margarita, Rob Roy e Old Fashion«Per noi è importante ribadire la comunione tra Roma e Milano – ha dichiarato Valeriani, che Mixerplanet ha incontrato nella location milanese in Via dei Bossi 3, a pochi passi dal Duomo –. Un connubio che caratterizza le nostre drink list. Se, infatti, in passato abbiamo proposto nomi che richiamavano i monumenti delle due città e successivamente le rispettive porte, questa volta siamo saliti in metropolitana perché è un mezzo iconico usato da studenti e artisti, uomini di affari e turisti, ovvero quella che è la clientela de Il Marchese».

L'AMARO? SOLO ITALIANO

Se l’avventore è eterogeneo, l’amaro è unico. «Da noi solo amari italiani perché ci teniamo a rivendicare il legame con il nostro Paese – spiega il bar manager –. È un prodotto che sta vivendo una nuova giovinezza in ambito mixology, favorito da un interesse crescente da parte di molti barman, molti dei quali giovani leve che comprendono l’importanza degli alcolici made in Italy. L’amaro è il nostro marchio di fabbrica, rappresenta la liquoristica italiana e, sfruttando questa associazione, intendiamo ora esportare l’insegna anche all’estero. Attualmente stiamo valutando alcune capitali europee, con Madrid come possibile prima meta».

Tonando alla nuova drink list, la bevuta dei cocktail in orario di aperitivo, dalle 18:30 alle 21:30, si accompagna con un pairing in salsa prevalentemente capitolina. Il locale a Milano e Roma propone tre soluzioni in combo. Con Aperitivo Romano l’avventore può sorseggiare il drink assaggiando una pasta amatriciana, una cacio e pepe e una crocchetta, mentre la proposta Aperitivo Vegetariano, oltre alla cacio e pepe, prevede una crocchetta alla melanzana e basilico. Il terzo spuntino è, invece, rappresentato dal classico tagliere di salumi scelti direttamente da Daniele Roppo, chef dell’insegna.

TAG: IL MARCHESE,FABRIZIO VALERIANI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

15/07/2024

A dieci anni dalla nascita e con diversi riconoscimenti nazionali e internazionali all'attivo, 50 Kalò raddoppia e apre una nuova pizzeria in Piazza della Repubblica, a Napoli. Concepita da Ciro...

12/07/2024

Meno del 10% delle imprese italiane della ristorazione utilizza un sistema di ordini e pagamenti integrato a supporto del proprio business. L'obiettivo è ridurre tempi di attesa e...

12/07/2024

A settant'anni dalla scomparsa avvenuta il 13 luglio 1954 il drinksetter di Anthology by Mavolo Riccardo Campagna omaggia Frida Kahlo con il cocktail Colibrì.

12/07/2024

Si chiude sostanzialmente in pareggio, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, il primo semestre del 2024 per il Pinot Grigio del Nordest, con un volume pari a circa 900mila ettolitri e...

 


Una soluzione di filtrazione ad alte prestazioni in grado di soddisfare le esigenze principali nelle cucine professionali quando si parla di vapore e lavaggio. Si chiama BRITA...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top