Inaugurata la nuova linea VAR di Acqua Dolomia

7 milioni di euro di investimento per la nuova linea Dolomia Emotion, pensata per completare la gamma di prodotti e guardare al mercato “green” del vetro a rendere: venerdì scorso 3 Luglio il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ha inaugurato ufficialmente la nuova linea di produzione realizzata in Sorgente Valcimoliana srl, l’azienda di Cimolais (PN) che imbottiglia con il marchio Dolomia, unica acqua al mondo che sgorga all’interno di un sito dichiarato dall’Unesco “Patrimonio dell’Umanità”.

Disponibile nei formati 0.70 L e 1 L e nelle versioni naturale e frizzante, Emotion è una linea pensata per soddisfare le esigenze del mondo Ho.re.ca, della ristorazione e dell’ospitalità, ma che presto entrerà nella quotidianità anche del consumo privato, in famiglia o in ufficio. In particolare la distribuzione ‘porta a porta’ del formato da 1 litro verrà infatti gestita attraverso il contatto con i principali grossisti, attivi capillarmente nel territorio, mentre una particolare modalità operativa è in fase di definizione per l’agevolazione delle consegne nelle aree limitrofe.

“Per il momento le nostre bottiglie in vetro a rendere sono distribuite principalmente in Area Nielsen 2, coprendo il Friuli Venezia Giulia, il Veneto, il Trentino Alto Adige e Emilia Romagna ma, grazie all’attivazione di nuove piattaforme di distribuzione in Italia, stiamo raggiungendo anche Roma, Milano e Firenze. – dichiara Gilberto Zaina, Amministratore Delegato di Acqua Dolomia – Non è stato facile investire così tante risorse in una fase congiunturale delicata che impone di navigare a vista. Ma il completamento del progetto DOLOMIA2020 era alle porte ed il logo delle Dolomiti Friulane da sempre ci sostiene nel rassicurare la clientela sulla totale qualità. La certezza di disporre di un’acqua tra le più pure e equilibrate ci ha quindi convinti: è dal 2008 che portiamo il Made in Friuli sulle tavole dei cinque continenti e i primi segnali di ripresa dopo l’emergenza coronavirus ci confortano”.

“In pochi anni siete riusciti a prendervi una fetta importante di mercato puntando su quello che è tipicamente Made in Italy, ovvero l’alta qualità, l’alta gamma- dichiara Massimiliano Fedriga, presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, e prosegue – Dobbiamo essere in grado di fare squadra e farci una promozione reciproca, è importante cioè che i cittadini percepiscano che prendere un prodotto fatto in Friuli Venezia Giulia è un valore aggiunto e che quel prodotto quando va in giro per il mondo fa conoscere il Friuli, il suo territorio e le sue ricchezze”.